Traduzione latino esercizio b pag 179 latina Arbor

Messaggioda castorino8 » 2 lug 2020, 6:24

in mari multa piscium genera sunt. 2. E navi piscatores cotidie retia in mare demittunt sed non semper magnam piscium copiam capiunt. 3. Romanis mulieribus multa aurea monilia atque inaures erant. 4. Antiquitus post proelia militum inseppultorum ossa canum et accipitrum praeda erant. 5. Animalia dentibus unguibusque catulos suos semper defendunt, homines autem saepe filios neglegunt atque relinquunt. 6. Deo oboediunt caeli, terrae, maria. 7. Romanorum socii semper onerosis vetigalibus opprimebantur. 8. Ut equites calcaribus equos incitant, sic parentes verbis exemplisque filios incitare debent.Traduzione esercizio b pag 170 Latina arbor
Allegati
15936709341892747627324563312758.jpg
castorino8
 
Risposte:

Messaggioda Eragon » 2 lug 2020, 12:37

In mari multa piscium genera sunt.
Nel mare ci sono molti generi di pesci.

2. E navi piscatores cotidie retia in mare demittunt sed non semper magnam piscium copiam capiunt.
I pescatori dalla nave ogni giorno calano le reti ma non sempre prendono una grande abbondanza di pesci.

3. Romanis mulieribus multa aurea monilia atque inaures erant.
Le donne dei Romani avevano molti monili d'oro e gli orecchini (dativo di possesso)

4. Antiquitus post proelia militum insepultorum ossa canum et accipitrum praeda erant.
Anticamente dopo i combattimenti le ossa dei soldati insepolti erano preda dei cani e dei rapaci.

5. Animalia dentibus unguibusque catulos suos semper defendunt, homines autem saepe filios neglegunt atque relinquunt.
Gli animali difendono sempre i loro piccoli con le unghie e con i denti, gli uomini invece spesso trascurano ed abbandonano i figli....
LA TRADUZIONE DI TUTTO L'ESERCIZIO QUI

Eragon

Site Admin
Site Admin
 

Torna a LATINO e GRECO

release check: 2020-07-13 21:43:37 - flow version _EXTP_H1