Spiegazione dell'infinito sostantivato in GRECO-Skuolasprint

Messaggioda vinx91ct » 3 mag 2009, 16:21

Quello che non capisco sono le preposizioni prima dell'infinito (es: eis to, pros to, epi to ecc...). In questo caso l'infinito è sostantivato e ha diverse sfumature. Per esempio nei casi riportati sopra, l'infinito preceduto da quelle preposizioni ha una valore finale ma poi ce ne sono altre. Dopo questa piccola premessa, la mia domanda è: "Come si traducono?"

E poi, come si traduce letteralmente l'espressione "τῶν καθ' ἑαυτòν"?

grazieate

vinx91ct

Utente SILVER
Utente SILVER
 
Risposte:

Messaggioda didaskalos » 3 mag 2009, 18:24

ciao vinx91ct :wink:

l'articolo in greco ha la notevolissima funzione di rendere sostantivo qualsiasi parte del discorso. Tra queste anche l'infinito.
l'infinito sostantivato è un'espressione particolarmente frequente in greco : essa costituisce i complementi dell'infinito.

το λέγειν = il dire ( soggetto e compl. oggetto )
του λέγειν = del dire
τῷ λέγειν = al dire, col dire, per il dire...

quando c'è una preposizione l'infinito come sostantivo assume il significato particolare del complemento espresso da quella preposizione.
Esempio :

περὶ + genitivo = argomento
περὶ τοῦ λέγειν = riguardo / a proposito del parlare

comunque presto ci sarà una "pillola" su questo argomento

ciao byby

didaskalos

TUTOR di SkuolaSprint
TUTOR di SkuolaSprint
 

Torna a LATINO e GRECO

release check: 2022-06-02 07:00:14 - flow version _RPTC_G1.1