TACITO biografia dell'autore latino

Messaggioda RossellaC » 10 gen 2012, 14:23

Tacito è un autore latino nato tra il 55 e il 58 d.C. , che svolge la sua carriera politica sotto Vespasiano e Tito , fino a Domiziano . Tra il 97 e il 98 scrive l " Agricola " seguita da " Germania " e ancora tra il 100 e il 110 "Historie " e poi " Annales " dopo il 112 . Nell " Agricola " è elogiata la figura del suocero Giulio Agricola , morto nel 93 , come esempio di virtù , nonostante vivesse nell epoca di terrore di Domiziano : Tacito denuncia la malvagità del regime di Domiziano e parallelamente elogia la moralità di Agricola. Incerto è il genere specifico dell opera e la sua funzione : a metà tra un elogio funebre , una consolatio oltre tempo , con anche frammenti di storiografia , non è chiaro l intento di Tacito . Non è possibile certo ridurre l opera ad una sola di queste funzione , ma per una definizione esaustiva è necessario prendere in considerazione tutte le possibilità .
Nella " Germania " sono esposti i costumi dei Germani e gli ordinamemti di ogni tribù . Anche qui come per l "Agricola " l intento potrebbe essere da una parte informativo , anche per i contatti e contrasti tra il popolo romano e quello germanico , d altra parte qualcuno crede che sia un excursus che doveva essere inserito nelle opere sroriografiche , o ancora l intento di Tacito poteva essere ancora una volta quello di colpire l amoralitá del popolo romano confrontandolo con la purezza dei germani .
Altre opere di Tacito sono gli "Annales" e le " Historie " , entrambe opere storiografiche che raccontano del periodo dalla morte di Augusto a Domiziano . Il metodo storiografico di Tacito non è molto chiaro: da una parte dichiara nei prologhi delle sue opere di raccontare in maniera imparziale i fatti , d altra parte invece le sue opere erano influenzate da diversi aspetti . Innanzitutto essendo egli un senatore , la sua era una visione senatoria della storia , aveva poi un interesse particolare per i meccanismi politici e la corruzione degli imperatori e dei senatori stessi . Per questo le sue opere sono anche intrise di un forte pessimismo : nonostante la sua fosse una storia immune dall intervento divino , il suo pessimismo sfociava in uno scetticismo anche nei riguardi della natura umana e del destino crudele dell uomo .

RossellaC

Utente SILVER
Utente SILVER
 
Risposte:

Messaggioda *Yole* » 10 gen 2012, 15:32

credito dato

*Yole*

Utente GOLD
Utente GOLD
 

Torna a Temi, analisi poesie, Appunti scuola

release check: 2022-09-08 01:01:24 - flow version _RPTC_G1.1