follow_us_facebook      follow_us_twitter

Oggi è 24 apr 2014, 9:17

Tutti gli orari sono UTC + 2 ore [ ora legale ]


Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 5 set 2012, 13:20 
Non connesso
nuovo iscritto

Iscritto il: 5 set 2012, 12:59
Messaggi: 2
Crediti: 15
L'INTEGRITà MORALE DEI POLITICI ANTICHI. (CICERONE)
Laudat Africanum Panaetius, quod fuerit abstinens. Quidni laudet? Sed in illo alia maiora; laus abstinentiae non hominis est solum, sed etiam temporum illorum. Omni Macedonum gaza, quae fuit maxima, potitus [est] Paulus; tantum in aerarium pecuniae invexit, ut unius imperatoris praeda finem attulerit tributorum. At hic nihil domum suam intulit praeter memoriam nominis sempiternam. Imitatus patrem Africanus nihilo locupletior Carthagine eversa. Quid? Qui eius collega fuit in censura, L. Mummius, num quid copiosior, cum copiosissimam urbem funditus sustulisset? Italiam ornare quam domum suam maluit; quamquam Italia ornata domus ipsa mihi videtur ornatior.Nullum igitur vitium taetrius est, ut eo, unde digressa est, referat se oratio, quam avaritia, praesertim in principibus et rem publicam gubernantibus. habere quaestui rem publicam non modo turpe est, sed sceleratum etiam et nefarium.Itaque quod Apollo Phytius oraculum edidit Spartam nulla re alia nisi avaritia esse perituram, id videtur non solum Lacedaemoniis sed etiam omnibus opulentis populis preadixisse. Nulla autem re conciliare facilius benevolentia multitudinis possunt ii, qui rei publicae praesunt, quam abstinentia et continentia. (CICERONE)
LIBRO: LATINO/ITALIANO VERSIONI LATINE PER IL TRIENNIO. MARIA ANZANI, MARIA MOTTA.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: 5 set 2012, 14:58 
Non connesso
Site Admin
Site Admin

Iscritto il: 11 lug 2008, 11:28
Messaggi: 65419
L'INTEGRITà MORALE DEI POLITICI ANTICHI. (CICERONE)
Laudat Africanum Panaetius, quod fuerit abstinens. Quidni laudet? Sed in illo alia maiora; laus abstinentiae non hominis est solum, sed etiam temporum illorum. Omni Macedonum gaza, quae fuit maxima, potitus [est] Paulus; tantum in aerarium pecuniae invexit, ut unius imperatoris praeda finem attulerit tributorum. At hic nihil domum suam intulit praeter memoriam nominis sempiternam. Imitatus patrem Africanus nihilo locupletior Carthagine eversa. Quid? Qui eius collega fuit in censura, L. Mummius, num quid copiosior, cum copiosissimam urbem funditus sustulisset? Italiam ornare quam domum suam maluit; quamquam Italia ornata domus ipsa mihi videtur ornatior.Nullum igitur vitium taetrius est, ut eo, unde digressa est, referat se oratio, quam avaritia, praesertim in principibus et rem publicam gubernantibus. habere quaestui rem publicam non modo turpe est, sed sceleratum etiam et nefarium.Itaque quod Apollo Phytius oraculum edidit Spartam nulla re alia nisi avaritia esse perituram, id videtur non solum Lacedaemoniis sed etiam omnibus opulentis populis preadixisse. Nulla autem re conciliare facilius benevolentia multitudinis possunt ii, qui rei publicae praesunt, quam abstinentia et continentia. (CICERONE)
LIBRO: LATINO/ITALIANO VERSIONI LATINE PER IL TRIENNIO. MARIA ANZANI, MARIA MOTTA.

--------------------------------
Panezio loda l'africano poichè fu moderato.
perchè non dovrebbe lodarlo? ma in quello vi erano altre qualità piu' grandi. la lode non è solo dell'integrità dell'uomo, ma anche (dell'integrità) di quei tempi. Paolo di impadronì di ogni ricchezza dei Macedoni, che fu grandissima; portò nell'erario tanto denaro che il bottino di un solo comandante procurò la fine dei tributi.
Ma questo nulla introdusse nella sua casa, eccetto la memoria eterna del nome. Imitanto il padre, l'Africano non fu per nulla piu' ricco di Cartagine distrutta. Perchè? Colui che fu collega di quello nella censura, L. Mummio, forse che fu piu' ricco, pur avendo abbattuto dalle fondamenta una ricchissima città? Preferì abbellire l'Italia che la sua casa; benchè a me sembri piu' ricca della casa stessa. Allora nessun vizio è piu' orribile da cui si è allontanata per riportare là l'orazione, dell'avarizia, soprattutto nei capi e nei governanti dello Stato. Infatti avere come guadagno lo Stato, non soltanto è vergognoso, ma anche scellerato ed empio. Così, quell'oracolo che Apollo Pizio emise, (che) Sparta non sarebbe perita per nessun altra cosa se non per l'avidità, questo sembrò non solo che sia stato predetto per i Lacedemoni, ma anche per tutti gli altri popoli ricchi. Allora con nessuna cosa piu' facilmente possono coincidere la benevolenza della moltitudine , coloro che comandano lo Stato, che con l'astinenza e la moderazione.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 2 ore [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot], Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 11 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
POWERED_BY
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010