Mythos pagina 236 numero 14

1. Οι γεωργοι εν τοις αγροις τας πιτυας τοις πελεκεσι ετεμνον ... ...

1. Gli agricoltori nei campi tagliavano i pini con le scuri. 2. Noi pensiamo che la quercia sia un albero forte. 3. Le fanciulle che sono felici a causa dell'amore cantano la canzone degli antichi poeti mentre vanno verso la città. 4. La forza del corpo invecchia e muore, la virtù dell'anima invece è immortale. 5. Sul colle ombreggiato dalle antiche querce, gli uomini mantenevano il silenzio/la quiete.

6. L'alcione prende il pesce dal mare e (se lo) mangia. 7. Mentre i tori mangiano l'erba, i maiali invece (mangiano) i frutti delle querce. 8. Il mare possiede pesci di ogni genere. 9. L'ombra dei pini è amica ai viandanti. 10 Clitennestra uccide Agamennone colpendo(lo) con una scure.

11. I legislatori dicono che le leggi sono la forza delle città. 12. Gli italici hanno un detto (dativo di possesso: agli italici è un detto): muto come un pesce infatti i pesci non hanno voce. 13. I fanciulli ammiravano gli uomini che tagliavano le querce con la scure. 24. Sciocco è colui che si vanta per il vigore del corpo.

Testo greco completo

Copyright © 2007-2018 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2018 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2018-10-08 20:13:10