I dubbi di Cicerone - Versione latino Cicerone

I dubbi di Cicerone versione latino Cicerone

due versioni diverse

Scribente me haec nocte in Caleno, ecce nuntii, ecce litterae: Cesaarem ad Corfinium, Domitium Corfinii cum firmo exercitu et pugnare cupiente esse. Non puto etiam hoc Gnaeum nostrum commissurum (esse), ut Domitium reliquat, etsi Brundisium Scipionem cum cohortibus duabus praemiserat. Sed turpe eit Domitium deserere implorantem eius auxilium. Est quaedam spes, mihi quidem non magna , Afranium in Pyrenaeo cum Trebonio pugnavisse, pulsum esse Trebonium, Afranium cum magnis copiis adventare. Id si est, in Italia fortasse manebitur. Ego autem, cum esset incertum iter Caesaris, quod vel ad Capuam vel ad Luceriam iturus putabatur, misi ad Pompeium litteras; ipse reverti Formia.

Mentre scrivevo queste cose di notte nella villa di Cales, ecco le notizie, ecco la lettera: si dice che Cesare è nelle vicinanze di Corfinio e Domizio sta a Corfinio con un esercito solido e desideroso di combattere. Non credo che il nostro Gneo farà anche questo, lasciare Domizio, sebbene avesse mandato avanti a Brindisi Scipione con due contingenti. Ma sarà disonorevole abbandonare Domizio che invoca il suo aiuto. C'è una qualche speranza, per me certamente poco fondata, che Afranio abbia combattuto sui Pirenei contro Trebonio, che Trebonio sia stato sconfitto, che Afranio stia arrivando con forti truppe. Se è così, forse si rimarrà in Italia. Io d'altra parte, essendo incerto il percorso di Cesare, poichè si pensava che sarebbe andato o a Capua o a Lucera, ho spedito una lettera a Pompeo;quanto a me, sono tornato a Formia.

Copyright © 2007-2014 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski - wetrine.it © 2010-2014. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.