Sentimento religioso di Massinisssa

Insula Melĭta satis lato mari periculosoque a Sicilia disiuncta est. In eius promunturio fanum est Iunonis antiquum,....Etiam traditum est fuisse praeterea magnam copiam ebŏris et multa ornamenta, in quibus erant eburneae Victoriae, summa arte perfectae.

Testo latino completo

L’isola di Malta è abbastanza separata dalla Sicilia da uno spazio di mare esteso e pericoloso.

Sul suo promontorio c’è l’antico tempio di Giunone, che si dice sia stato (un luogo) così sacro, che fu sempre inviolato e rispettato non solo nelle guerre puniche, che furono combattute con le flotte in questi luoghi, ma anche dai pirati. Anzi ciò fu tramandato alla memoria: dopo che, una volta, la flotta del re Massinisssa fu spinta verso quel luogo, il prefetto regio portò via delle zanne d’avorio di grandissima dimensione, le portò in Africa e le donò a Massinissa.

Dicono che il re inizialmente fosse compiaciuto di questo dono, dopo, quando sentì da dove fossero state portate via le zanne, mandò immediatamente con una quinquereme degli uomini fidati, che le riponessero nel tempio.

Su queste fu pertanto scritto con caratteri punici che Massinissa le aveva accettate senza sapere, poi, saputa la cosa, le aveva fatte riportare e riporre. Si tramandò che ci fossero state anche una grande quantità di avorio e molti ornamenti, tra i quali c’erano Vittorie eburnee, lavorate con arte maestra.(by il murettodipaolo)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-23 23:35:24 - flow version _RPTC_G1.1