Gli schiavi a Roma

Divites Romani saepe multos servos possidebant. Servi vel servorum filii vel captivi esse poterant. Romae servi et terram colebant ...

TESTO LATINO COMPLETO

I Romani ricchi spesso possedevano molti schiavi.

Gli schiavi potevano essere o figli di schiavi o prigionieri. A Roma i servi coltivavano la terra ed aiutavano i padroni nei lavori domestici; inoltre, se erano istruiti, potevano diventare anche scribi del padrone o precettori dei figli del padrone; talvolta gli schiavi erano anche medici e poeti.

Il padrone considerava gli schiavi parte della famiglia e, se erano onesti e fedeli, li trattava con grande familiarità, se invece erano disonesti e bugiardi, venivano puniti severamente dal padrone.

I figli degli schiavi, venivano chiamati "verni" e anche se erano schiavi, potevano giocare con I figli e le figlie del padrone nel giardino o sulla strada. Gli schiavi tentavano spesso di fuggire, se venivano prese, uccisi crudelmente. Gli schiavi che venivano liberati dal padrone, venivano chiamati "liberti".
(By Vogue)

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-09-14 21:53:39 - flow version _RPTC_G1.1