Senofonte, Elleniche 2.2.34, 2.2.35

Ὦ ἄνδρες βουλευταί, εἰ μέν τις ὑμῶν νομίζει πλείους τοῦ καιροῦ ἀποθνῄσκειν, ἐννοησάτω ὅτι ὅπου πολιτεῖαι μεθίστανται πανταχοῦ ταῦτα γίγνεται· πλείστους δὲ ἀνάγκη ἐνθάδε πολεμίους εἶναι τοῖς εἰς ὀλιγαρχίαν μεθιστᾶσι διά τε τὸ πολυανθρωποτάτην τῶν Ἑλληνίδων τὴν πόλιν εἶναι καὶ διὰ τὸ πλεῖστον χρόνον ἐν ἐλευθερίᾳ τὸν δῆμον τεθράφθαι.  ἡμεῖς δὲ γνόντες μὲν τοῖς οἵοις ἡμῖν τε καὶ ὑμῖν χαλεπὴν πολιτείαν εἶναι δημοκρατίαν, γνόντες δὲ ὅτι Λακεδαιμονίοις τοῖς περισώσασιν ἡμᾶς ὁ μὲν δῆμος οὔποτ᾽ ἂν φίλος γένοιτο, οἱ δὲ βέλτιστοι ἀεὶ ἂν πιστοὶ διατελοῖεν, διὰ ταῦτα σὺν τῇ Λακεδαιμονίων γνώμῃ τήνδε τὴν πολιτείαν καθίσταμεν

O Uomini del Consiglio, se c'è tra voi chi ritiene che siano messe a morte più persone di quanto fosse opportuno, consideri che ciò capita ovunque quando i regimi politici cambiano.

Invece inoltre è necessario che coloro che cambiano verso l'oligarchia ( μεθίστημι participio attiva presente dativo) abbiano più nemici, anche perché la città è la più popolosa della Greciadella Grecia, poi perché il popolo è cresciuto più a lungo nella libertà.

Noi invece riteniamo (ηγνησαμεθα = ἡγέομαι verbo mediopassivo aoristo indicativo plurale prima) che la democrazia sia un regime pericoloso per voi e anche per noi, ritenemmo (ενομισαμεν = νομίζω verbo attiva aoristo indicativo plurale prima ) che il popolo non avrebbe potuto mai essere amico agli spartani che pur ci hanno salvato (περισῴζω participio attiva aoristo maschile plurale dativo) ...(continua)

release check: 2020-12-11 21:44:36 - flow version _RPTC_G1.1