La contesa fra Atene e Poseidone per il possesso dell'Attica - Versione greco da Ellenisti

La contesa fra Atene e Poseidone per il
possesso dell'Attica
VERSIONE DI GRECO di Apollodoro
TRADUZIONE dal libro Ellenisti

Κεκροψ της Αττικης εβασιλευσε πρωτος.

Επι τουτο, φασιν, εδοξε τοις θεοις πολεις καταλαβεσθαι, εν αις εμελλον εχειν τιμας ιδιας εκαστος. Ηκεν ουν προωτος Ποσειδων επι την Αττικην, και πληξας τη τριαινη κατα μεσην την ακροπολιν απεφηνε θαλασσαν, ην νυν Ερεχθηιδα καλουσιν. Μετα δε τουτον ηκεν Αθηνα, και ποιησαμενη της καταληψεως Κεκροπα μαρτυρα εφυτευσεν ελαιαν, η νυν εν τω Πανδροσειω δεικνυται.

Υηαρξασης δε εριδος αμφοιν περι της χωρας και τουτων δικαζοντων, η χωρα της Αθηνας εκριθη, Κεκροπος μαρτυρησαντος οτι προωτη την ελαιαν εφυτευσεν.

Αθηνα μεν ουν αφ'εαυτης την πολιν εκαλεσεν Αθηνας, Ποσειδων δε θυμω το θριασιον πεδιον επεκλυσε και την Αττικην υφαλον εποιησε. Κεκροψ δε γημας την Ακταιου κορην Αγραυλον παιδα μεν εσχεν Ευρισιχθονα, ος ατεκνος μετηλλαξε, θυγατερας δε Αγραυλον Ερσην Πανδροσον.

Cecrope per primo regnò sull'Attica. In quel tempo di quello dicono, sembrò giusto agli dei attribuirsi le città, nelle quali ciascuno voleva avere i propri onori.

Dunque il primo che giunse in Attica (fu) Poseidone e avendo colpito con un tridente fece apparire in mezzo all'acropoli, un mare, che ora chiamano, Ereltide. Dopo di lui giungeva Atena, e dopo aver chiamato Cecrope come testimone della sua presa di possesso piantò un ulivo che ora si vede nel Pandrosio.

Scoppiata una contesa tra i due per la regione e poiché questi erano in lite, la regione fu giudicata di Atena poiché Cecrope testimoniò che lei per prima aveva piantato l’ulivo.

Atena, dunque, da lei chiamò la città Atene, ma Poseidone in preda all’ira allagò la pianura triasia e fece sommergere l’Attica. Poi, Cecrope, dopo aver sposato Agraulo, figlia di Atteo, ebbe un figlio, Erisittone che morì senza figli, poi delle figlie, Agraulo, Erse e Pandroso.

Qui trovi l'anali dei verbi contenuti nella versione

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:24:07