La nascita di Zeus - versione greco da EULOGHIA

Per questi motivi, adirata, Gea si porta a Creta, nel tempo in cui di nascosto era incinta di Zeus; partorì Zeus nell’antro di Dicte.

E lo affida, perché sia nutrito, a Curete e a tutte ninfe figlie di Melisseo, ad Adrastea ed a Ida. Queste dunque allevarono il bimbo col latte di Amaltea, poi i Cureti, che stavano in armi per proteggere il neonato, nell’antro percuotevano (sunκρούω) gli scudi con le lance in modo che Crono non sentisse i vagiti del bimbo.

Rea, dopo aver avvolto in fasce una pietra, l’aveva data a Crono perché ingoiasse bimbo che aveva generato (come aveva fatto con gli altri figli). Appena Zeus diventò (aor.

γίγνομαι) adulto, raggiunge Metis la compagna di Oceano, la quale dà a Crono, perchè la beva, una pozione, dopo la quale quello, costretto (agg. verbale di ἀναγκάζω), vomita prima la pietra, poi i fanciulli che aveva ingoiato: accaduto questo, Zeus divenne nemico (aor. ἐκφέρω) di Crono e dei Titani. (by Geppetto)

Altre versioni sul nostro sito con lo stesso titolo (diverse)

la nascita di Zeus di Sapheneia clicca qui

la nascita di Zeus di Triakonta clicca qui

la nascita di Zeus del libro i greci e noi clicca qui

la nascita di Zeus libro gymnasion clicca qui

Nascita di Zeus - Ellenisti

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:24:08