Cesare sbarca in Britannia - LATINO A COLORI Cesare

Cesare sbarca in Britannia
Versione di latino di Cesare
Traduzione LIBRO LATINO A COLORI

His rebus gestis, Labieno in continenti cum tribus legionibus et equitum milibus duobus relicto, ut et rei frumentariae procideret, consiliumque pro tempore et pro re caperet, Caesar cum quinque legionibus et pari numero equitum, quem in continenti reliquerat, ad solis occasum naves solvit et leni Africo provectus, media circiter nocte vento intermisso, cursum non tenuit et longius delatus aestu arta luce sub sinistra Britanniam relictam conspecit. Tum rursus aestus commutationem secutus remis contendit, ut eam partem insulae caperet ubi optimum esse egressum superiore aestate cognoverat. In hac re admodum militum virtus laudata est: milites enim vectoriis gravibusque navigiis non intermisso remorum labore longarum navium cursum adaequaverunt. Accessum est ad Britanniam omnibus navibus meridiano fere tempore, neque in eo loco ullus hostis erat. Sed ut postea Caesar ex captivis cognovit, cum magnae manus eo convenissent, multitudine navium perterritae, ab litore discesserant ac se in superiora loca abdiderant. Caesar exposito exercitu et loco castris idoneo capto, ubi ex captivis cognovit quo in loco hostium copiae consedissent, cohortibus decem ad mare relictis et equitibus trecentis, qui praesidio navibus essent, de tertia vigilia ad hostes contendit

Compiute queste gesta, lasciato Labieno libero sul continente con 3 legioni e 2000 cavalieri, per prendere l'approvvigionamento di grano e per prendere una decisione secondo le circostanze e il bisogno, Cesare con 5 legioni e uno stesso numero di cavalieri che aveva lasciato sul continente, salpò al tramonto e spinto da un leggero vento libeccio, placato il vento quasi a mezzanotte, non tenne la rotta e trascinato più lontano dalla corrente avanzò vide sulla sinistra la Britannia. Allora dopo aver seguito all'indietro il flusso della corrente avanzò a forza di remi per prendere quella parte dell'isola, come aveva scoperto l'estate precedente. Lo sbarco era molto agevole. In questa situazione si lodò la virtù dei soldati, infatti con navi pesanti da merci non riuscirono ad eguagliare la velocità delle navi da guerra. Con tutte le navi, circa a mezzoggiorno si approdò in Britannia e non si trovava alcun nemico in quel luogo. Ma come seppe in seguito dai prigionieri, benchè fossero giunte sul luogo numerose truppe, spaventate dalla moltitudine delle navi, avevavano abbandonato il litorale e si erano rifugiate sulle alture.Cesare, dopo aver fatto sbarcare l'esercito ed occupato un luogo adatto per l'accampamento, appena seppe dai prigionieri in quale luogo si erano fermate le truppe dei nemici, lasciati presso il mare dieci coorti e trecento cavalieri, che fossero di guardia alle navi, si diresse contro il nemico all'inizio del terzo turno di guardia.

Copyright © 2007-2014 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski - wetrine.it © 2010-2014. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.