A un amico (versione di latino di Cicerone)

A un amico
Autore: Cicerone

Accepi a te aliquot epistulas uno tempore, quas tu diversis temporibus dederas: in quibus me cetera delectarunt; significabant enim te istam militiam iam firmo animo ferre et esse fortem virum et constantem; quae ego paullisper in te ita desideravi, non imbecillitate animi tui, sed magis ut desiderio nostri te aestuare putarem.

Quare perge, ut coepisti; forti animo istam tolera militiam: multa, mihi crede, assequere;

ego enim renovabo commendationem, sed tempore. Sic habeto, non tibi maiori esse curae, ut iste tuus a me discessus quam fructuosissimus tibi sit, quam mihi; itaque, quoniam vestrae cautiones infirmae sunt, Graeculam tibi misi cautionem chirographi mei.

Ricevetti da te contemporaneamente alcune lettere, che tu avevi spedito in diversi tempi.

In esse le altre cose mi dilettano: esse annunciano infatti che tu guidavi codesto esercito e che eri uomo forte e costante;

che io ricercai per un po’ in te non come debolezza del tuo animo ma più come desidererei che tu bruciassi per il tuo desiderio: sopporta lo stesso servizio militare con animo forte.

Credimi, comprendi molte cose; io infatti rifarò la raccomandazione ma a tempo debito. Pertanto poiché le vostre azioni sono di poco peso ti mandai un’obbligazioncella autografa in greco.

release check: 2020-07-13 22:19:10 - flow version _EXTP_H1