Gli effetti della filosofia stoica su Catone

Ego tuum consilium, Cato, propter singulare animi mei de tua virtute iudicium vituperare non possum;

Io, Catone, per l’eccezionale considerazione del mio animo in merito alla tua virtù non posso biasimare la tua decisione;

forse potrei forgiare e perfezionare lievemente alcune cose. “non potresti sbagliare in molte cose” disse quel maestro molto attempato ad un uomo fortissimo “ma hai sbagliato; posso guidarti”. Ma io non tu; Potrei asserire molto giustamente che tu non hai sbagliato nulla e che tu non sei in alcuna situazione di tal genere da sembrare che io debba correggerti piuttosto che smussarti leggermente.

Infatti la stessa natura ha forgiato all’onestà, alla serietà, alla moderazione, alla grandezza d’animo alla giustizia, infine a tutte le virtù un uomo grande ed eccelso.

La dottrina né moderata né flessibile accede a tutto ciò ma, come mi sembra, un po’ più inflessibile e più dura rispetto a quanto da un lato la verità dall’altro la natura tollerino.(by Maria D.)

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-02-17 10:38:57 - flow version _RPTC_G1.1