Suonare il flauto è indecoroso - Gellio versione latino

Suonare il flauto è indecoroso
Versione di latino di Gellio LIBRO COMES IN ITINERE

Antiquitus Romanos pudebat tibiis canere, quod contra Graecis homines liberos maxime decere videbatur.

Nel tempo antico i Romani si vergognavano di suonare il flauto, cosa che invece ai Greci sembrava si addicesse molto a uomini liberi.

Presso gli Ateniesi i fanciulli nobili di stirpe imparavano la musica dall'infanzia. Poichè l'Ateniese Alcibiade fu educato da fanciullo presso lo zio Pericle nelle arti e nelle discipline liberali, Pericle ordinò che fosse chiamato Antigenida, il suonatore di flauto, che i Greci consideravano il migliore tra i musicisti di quell'età, affinché gli insegnasse a suonare il flauto.

Invece dopo che il ragazzo ebbe avvicinato alla bocca i flauti consegnatigli e ebbe visto la guancia gonfiata, disse che si vergognava del suo volto deformato, per la qual cosa ruppe i flauti e li gettò via.

Quando quella notizia si diffuse, con il consenso di tutti gli Ateniesi fu abbandonata tale disciplina e nessuno di condizione nobile volle più impararla.

release check: 2020-12-11 21:03:37 - flow version _RPTC_G1.1