Un arduo problema filologico

De aetate Homeri atque Hesiodi non consentitur. Alii Homerum quam Hesiodum maiorem natu fuisse scripserunt,...non praeterisset, nisi aeque prioris Hesiodi carminibus involgatum esset".

Sul periodo della vita di Omero ed Esiodo non si concorda Alcuni, tra cui Filocoro e Senofane, scrissero che Omero fosse maggiore di Esiodo, alcuni, tra cui il poeta Lucio Accio e lo storico Eforo, (scrissero che fosse) più piccolo.

Inoltre Marco Varrone dice che è poco chiaro quale dei due sia nato prima, ma che non vi è dubbio che abbiano vissuto un certo stesso periodo, e ciò è dimostrato da un'iscrizione, che è stata scritta su un tripode, che si dice sia stato posto da Esiodo sul monte Elicona.

Accio inoltre si serve di argomenti alquanto leggeri, per mezzo dei quali crede che si provi che Esiodo sia nato prima: "Il fatto che Omero", dice/scrive, "dicendo all'inizio del poema che Achille era figlio di Peleo, non abbia aggiunto chi fosse Peleo;

ciò, dice, senza dubbio avrebbe detto, se non avesse visto che era già stata detta da Esiodo. Allo stesso modo riguardo al Ciclope, dice, "non avrebbe tralasciato una cosa così importante, soprattutto il fatto che ebbe un occhio solo, se non fosse stato ugualmente reso pubblico dai poemi del precedente Esiodo". (da Gellio)

release check: 2020-07-13 22:30:16 - flow version _EXTP_H1