Serse minaccia la Grecia - Versione di Greco LISIA

SERSE MINACCIA LA GRECIA

VERSIONE DI GRECO DI LISIA E TRADUZIONE

Ξέρξης ὁ τῆς Ἀσίας βασιλεύς, καταφρονήσας μὲν τῆς Ἑλλάδος, ἐψευσμένος δὲ τῆς ἐλπίδος, ἀτιμαζόμενος δὲ τῷ γεγενημένῳ, ἀχθόμενος δὲ τῇ συμφορᾷ, ὀργιζόμενος δὲ τοῖς αἰτίοις, ἀπαθὴς δ' ὢν κακῶν καὶ ἄπειρος ἀνδρῶν ἀγαθῶν, δεκάτῳ ἔτει παρασκευασάμενος διακοσίαις μὲν καὶ χιλίαις ναυσὶν ἀφίκετο, τῆς δὲ πεζῆς στρατιᾶς οὕτως ἄπειρον τὸ πλῆθος ἦγεν, ὥστε καὶ τὰ ἔθνη τὰ μετ' αὐτοῦ ἀκολουθήσαντα πολὺ ἂν ἔργον εἴη καταλέξαι· ὃ δὲ μέγιστον σημεῖον τοῦ πλήθους· ἐξὸν γὰρ αὐτῷ χιλίαις ναυσὶ διαβιβάσαι κατὰ τὸ στενότατον τοῦ Ἑλλησπόντου τὴν πεζὴν στρατιὰν ἐκ τῆς Ἀσίας εἰς τὴν Εὐρώπην, οὐκ ἠθέλησεν, ἡγούμενος τὴν διατριβὴν αὑτῷ πολλὴν ἔσεσθαι· ἀλλ' ὑπεριδὼν καὶ τὰ φύσει πεφυκότα καὶ τὰ θεῖα πράγματα καὶ τὰς ἀνθρωπίνας διανοίας ὁδὸν μὲν διὰ τῆς θαλάττης ἐποιήσατο, πλοῦν δὲ διὰ τῆς γῆς ἠνάγκασε γενέσθαι, ζεύξας μὲν τὸν Ἑλλήσποντον, διορύξας δὲ τὸν Ἄθω, ὑφισταμένου οὐδενός, ἀλλὰ τῶν μὲν ἀκόντων ὑπακουόντων, τῶν δὲ ἑκόντων προδιδόντων. Οἱ μὲν γὰρ οὐχ ἱκανοὶ ἦσαν ἀμύνασθαι, οἱ δ' ὑπὸ χρημάτων διεφθαρμένοι.

Traduzione

Serse il re dell'Asia, avendo sottovalutato la Grecia, essendosi ingannato sulla speranza, rattristato per l'accaduto, addolorato dalla sventura, adirandosi contro i colpevoli, inseperto dei malvagi e inesperto degli uomini buoni, dopo essersi preparato per dieci anni giungeva con 1200 navi, così condusse una infinita moltitudine di fanti, che sarebbe un problema elencare la moltitudine degli stessi che erano andati con lui: il più grande simbolo della moltitudine; infatti essendo lecito per lui far passare con migliaia di navi attraverso il punto più stretto dell'Ellesponto, l'esercito di fanteria dall'Asia all'Europa, non acconsentì, ritenendo che sarebbe stata per lui una grande perdita di tempo:ma avendo trascurato le cose generate dalla natura sia le azioni divine sia le opinioni degli uomini, fece una strada attraverso il mare, costrinse che ci fosse una traversata via terra, dopo aver aggiogato l'Ellesponto, dopo aver scavato l'Athos, perchè non si opponeva nessuno, da una parte alcuni ubbidirono malvolentieri, dall'altra altri disertarono volontariamente. Infatti gli uni dunque non erano sufficienti a difendersi, gli altri erano corrotti dalle ricchezze.

Traduzione di altro utente


Serse il re dell'asia, avendo sottovalutato la grecia, essendo stato deluso nella speranza, disonorato dai fatti, addolorato dalla sventura, adirandosi contro i responsabili, ignaro dei malvagi e inesperto degli uomini buoni, dopo essersi preparato dopo dieci anni giunse con mille duecento navi, così tanto condusse un infinito numero di forze militari di terra, che sarebbe arduo elencare i popoli che erano andati con lui: è il più grande segno della moltitudine; infatti pur essendo possibile a lui aver condotto con migliaia di navi attraverso lo stretto dell'ellesponto, l'esercito di terra dall'asia all'europa, non volle, poichè credeva che avrebbe avuto grande perdita di tempo; ma avendo disprezzato sia le cosa che erano accadute per natura sia le azioni divine sia le facoltà umane, da una parte compì un viaggio per mare, dall'altra costrinse che ci fosse una traversata via terra, dopo aver aggiogato l'ellesponto, perforato l'athos, dato che nessuno si metteva in agguato, ma alcuni cedendo malvolentieri, altri tradendo volontariamente. Infatti gli uni non erano sufficienti a difendersi, gli altri erano corrotti dalle ricchezze

Copyright © 2007-2014 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski - wetrine.it © 2010-2014. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.