Amore verso la comunità, disciplina e disprezzo per la morte

Αγις του Αρχιδαμου ερωτωμενος δε τι μαλιστα μαθημα εν Σπαρτη ασκειται "Το γιγνωσκειν" εφη "αρχειν τε και Αρχεσθαι". Ουκ εφη δε τους Λακεδαιμονιους ερωταν ποσοι εισιν οι πολεμοι, αλλα που εισιν... "Θανατου καταφρονων". εφη

Agide figlio di Archidamo interrogato su che cosa si insegna prima di tutto a Sparta diceva "Il sapere, a comandare e ad essere comandati".

Diceva che gli Spartani non chiedono quanti sono i nemici ma dove sono.

Chiedendogli uno quanti sono gli spartani: "Quanti (sono) sufficienti per respingere i malvagi"....(continua)

Testo greco completo

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:26:57