Parallela Minora 4

Ρωμαιοι πρὸς Σαμνίτας πόλεμον ἔχοντες στρατηγὸν ἐχειροτόνησαν Μινούκιον Αὐγουρῖνον.

οὗτος κατὰ τὰς καλουμένας φορκούλας Καυδίνας (ἔστι δὲ τόπος στενώτατος) ἐνεδρευθεὶς τρεῖς ἀπέβαλε λεγεῶνας καὶ αὐτὸς καιρίως τρωθεὶς ἔπεσε. βαθείας δὲ νυκτὸς ὀλίγον ἐπιζήσας περιείλετο τῶν ἀνῃρημένων πολεμίων τὰς ἀσπίδας καὶ εἰς τὸ αἷμα τὴν χεῖρα βαπτίσας ἔστησε τρόπαιον ἐπιγράψας 'Ῥωμαῖοι κατὰ Σαμνιτῶν Διὶ τροπαιούχῳ.

' Μάξιμος δὲ ὁ ἐπικληθεὶς Λαίμαργος, στρατηγὸς πεμφθεὶς καὶ παραγενόμενος ἐπὶ τὸν τόπον, ἰδὼν τὸ τρόπαιον τὸν οἰωνὸν ἀσμένως ἐδέξατο· καὶ συμβαλὼν ἐνίκησε καὶ αἰχμάλωτον λαβὼν τὸν βασιλέα εἰς Ῥώμην ἔπεμψεν· ὡς Ἀριστείδης ὁ Μιλήσιος ἐν τρίτῃ Ἰταλικῶν

Quando i Romani producevano una guerra contro i Sanniti elessero come comandante Minucio Augurino.

costui, subito un agguato alle cosiddette forche Caudine (è un luogo molto angusto) perse tre legioni, e lui stesso cadde, mortalmente ferito. Durante la notte, rimasto ancora un po' in vita, tolse ai nemici uccisi gli scudi, e avendo immerso la mano nel sangue innalzò un trofeo, dopo aver(ci) scritto (sopra) «I Romani contro i Sanniti a Giove trionfatore».E Massimo, chiamato il Goloso, inviato come stratego e giunto sul posto, vedendo il trofeo accolse lietamente il presagio;

e avendo ingaggiato battaglia vinse, e dopo aver preso prigioniero il re lo mandò a Roma; come dice Aristide di Mileto nel terzo libro delle Storie Italiche.

(traduzione letterale Anna Maria Di Leo)

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:26:57