Dammi mille baci - Catullo versione latino

Dammi mille baci Versione di latino di Catutto
LIBRO Littera litterae n° 1 pag. 231

Testo latino: Vivamus, mea Lesbia, atque amemus Rumoresque senum severiorum Omnes unius aestimemus assis.

Viviamo, mia Lesbia, e amiamoci, i pettegolezzi malevoli degli anziani troppo moralisti valutiamoli un soldo.

I soli possono tramontare e ritornare: noi, una volta che è tramontato il breve giorno, siamo costretti a dormire una notte eterna.

Dammi mille baci e dopo cento, poi mille altri senza interruzione, poi anocra cento.

Poi quando ce ne saremo scambiate molte migliaia, li confonderemo per non sapere quanti sono e perché nessun maligno ci possa gettare il maolocchio, conoscendo l'ammontare dei baci.

release check: 2020-12-11 22:20:52 - flow version _RPTC_G1.1