Un ambasciatore vanitoso - versione greco Eliano

Un ambasciatore vanitoso
versione di greco di Eliano

ambasciaotreambasciatore 2

TRADUZIONE

Un uomo di Chio era giunto a Sparta, essendo ormai vecchio, tra l'altro vanitoso, vergognandosi per la vecchiaia; e per quelle (cose) tentava di far scomparire i capelli che erano grigi con una tintura.

Giunto dunque presso i Lacedemoni e mostrando la testa del tale, annunciava quelle cose presso i quali era giunto.

Replicando Archidamo, re dei Lacedemoni, diceva: "Che cosa potrebbe dire questo di buono, che non solo manifesta la falsità nell'animo, ma anche nella testa?".

E negava le (cose) dette da lui, screditando il luogo di Chio, sulla base delle cose che vedeva.

Traduzione di altro utente

Un uomo da Chio era giunto a Sparta, quando era gia vecchio, tra l'altro vanitoso e anche vergognandosi per la vecchiaia: e per queste cose cercava di nascondere tre capelli bianchi con una tinta. Recandosi quindi presso gli spartani e mostrando tale la testa spegava quelle cose per le quali era giunto(l' ho risolta così). Replicando però Archidamo, re degli spartani, disse: "perchè questo(inteso il tizio) dovrebbe dire la verità che manifesta la menzogna non solo riguardo all' anima ma anche riguardo il capo?" E rifiutò le cose dette da lui, sceditando il uogo di chio, sulla base di cio che aveva visto

release check: 2020-08-25 00:58:13 - flow version _RPTC_G1.1