Il leone e il cinghiale Tra due litiganti il terzo gode ! - Versione greco di Esopo e Fedro

Il leone e il cinghiale
VERSIONE DI GRECO di Esopo e Fedro TRADUZIONE

Θερους εν ωρα οτι το καυμα διψαν εμποιει εις μικραν πηγην λεων και κατρος ηρχοντο ινα πινοιεν Ηριζον δε τις προωτος αυτων πινη εκ τουτο δε προς φονον αλληλων διεγειροντο. Αφνω δε επιστρεφομενοι προς το αναπειν, εωρων γυπας εκδεχομενους οστις αν αυτων πιπη, ινα τουτον κατεσΘιωσιν. Δια τουτο λυοντες τη εχΘραν ελεγον "Κρεισσον εστιν ημας φιλους γιγνεσΘαι η βρωμα γυψι και κοραξιν". Ο μυΘος δηλοι οτι τας πονηρας εριδας και τας φιλονεικιας καλον εστι διαλυειν, επειδη πασιν επικινδυνον τελος αγουσιν.

TRADUZIONE

Nella stagione estiva, quando il calore suscita sete, un leone e un cinghiale si dirigevano ad una piccola fonte per bere. Litigavano su chi (dovesse) bere per primo tra loro; prendendo le mosse da questa lite i due si animavano fino al punto di duellare l'uno contro l'altro (lett. partendo da ciò si animavano fino al tentativo di uccisione l'uno dell'altro). Improvvisamente, mentre si volgevano per prendere fiato, vedevano degli avvoltoi in attesa di chi sarebbe caduto per primo, per divorarselo. Perciò, ponendo fine alla lotta, (i due) dicevano: " E' meglio che noi diventiamo amici, piuttosto che cibo per avvolti e corvi". La storia mostra che è bello por fine alle tristi contese e alleivalità, poichè portano a tutti un esito pericoloso

Copyright © 2007-2014 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski - wetrine.it © 2010-2014. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.