Il re Ciro e la regina Tamiri (Versione latino Giustino)

Il re Ciro e la regina Tamiri versione latino Giustino
traduzione libro nuovo comprendere e tradurre
Inizio: Cyrus, persarum rex, subacta Asia et universo oriente, Scythis bellum indixit
Fine: Ita Sythae prius ebrietate quam bello victi sunt.

Ciro, re dei persiani sottomessa l'Asia e tutto l'oriente fece una guerra contro gli Sciti.

Allora la regina degli Sciti era Tamiri, che per niente intimorita dall'arrivo dei nemici, ritenne che sarebbe stata più agevole per gli Sciti una battaglia dentro i confini del suo regno. Perciò, benchè potesse proibirlo, permise ai nemici il guado del fiume Oasse. Così Ciro passò il guado (guadò)con tutte le sue truppe il fiume e collocò l'accampamento nella Scizia. Il giorno seguente, quindi, provata la paura, il re spostò l'accampamento ma lasciò in quel posto una grande quantità di vino e di quei cibi che erano necessari ai banchetti.

Dopo che questo fatto era stato riferito alla regina, questa mandò il figlio con una terza parte delle truppe per inseguire (affinchè inseguisse) il re. Quando il ragazzo arrivò all'accampamento di Ciro ignaro di tattica militare (nel senso: senza badare alla tattica militare), consentì ai suoi soldati indotti dalla voluttà e ignari dei nemici di ubriacarsi.

Venuto a sapere ciò durante la notte Ciro tornò (a quell'accampamento), aggredì improvvisamente gli ubriachi e uccise tutti gli Sciti, compreso il figlio della regina. Così gli Sciti furono sconfitti prima dall'ubriachezza che dalla guerra.

release check: 2020-07-13 23:15:50 - flow version _EXTP_H1