Siracusa subisce l'attacco ateniese - Giustino

Siracusa subisce l'attacco ateniese
Autore: Giustino libro: Verte mecum

Olim Syracusani Catinam oppugnaverunt, ut ea urbs in eorum dicionem redigeretur; quare a Catinensibus legati Athenas missi sunt ut auxilium peterent.

Athenienses imperii Syracusani metu, ne Laecedemoniis illae vires accederent, duces cum classe in Siciliam miserunt.

Igitur creantur duces Nicias, Alcibiades et Lamachus ut ab ingentibus viribus Sicilia repetatur. Cum a ducibus Atheniensibus duobus proeliis Syracusani fracti essent, a Lacedaemoniis auxilium petiverunt.

A Lacedaemoniis mittitur Gylippus, insignis dux, qui opportuna bello loca apud urbem occupat. Tandem cum ab eo Athenienses in fugam compulsi essent, Syracusae obsidione liberatae sunt.

Un tempo i Siracusani attaccarono Catania, affinché quella città fosse ricondotta sotto la loro sovranità, per cui furono inviati degli ambasciatori dai Catanesi ad Atene per chiedere aiuto. Gli Ateniesi a causa del timore del dominio siracusano e affinché quelle truppe non si avvicinassero agli Spartani, inviarono in Sicilia i comandanti con una flotta.

Allora Nicia, Alcibiade e Lamaco sono nominati comandanti affinché la Sicilia sia attaccata di nuovo con ingenti truppe. I Siracusani essendo stati messi in rotta durante due battaglie dai comandanti ateniesi, chiesero aiuto agli Spartani.

Viene inviato dagli Spartani Gilippo, insigne duce, che occupa i luoghi favorevoli alla battaglia presso la città. Infine essendo stati gli Ateniesi costretti alla fuga, Siracusa è libera dall'assedio.

Copyright © 2007-2018 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2018 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2018-09-02 13:53:26