Frasi celebri di Solone

Trietia pagina 133 numero 83

Inizio: Ελεγε δε τον μεν λογον ειδωλον ειναι ... Fine: νομον ουκ εθηκε, "Δια τον απελπισαι," ειπεν.

Diceva che la parola era l'mmagine della realtà, il re l'uomo più forte per potenza, paragonava le leggi alle tele dei ragni, ché queste ritengono quanto in esse cada che sia lieve ed inconsistente, mentre subiscono la rottura da corpi maggiori che riprendono così la loro via. ... (continua)

La traduzione continua qui

Testo greco

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-30 00:18:54