Tiberio Gracco - VERSIONE latino LHOMOND

Versioni latine per il biennio

Tiberius Gracchus cum esset tribunus plebis, a senatu descivit; populi favorem profusis largiotionibus sibi conciliavit; agros plebis dividebat, dabat civitatem omnibus Italicis; provincias novis coloniis replebat; quibus rebus viam sibi ad regnum parere videbatur.

Quare convocati patres deliberabant quidnam faciendum esset. Tiberius in Capitolium venit, manum ad caput referens; quo signo salutem suam populo commendabat: hoc nobilitas ita accepit quasi diadema posceret. Tum Scipio Nasica, tum esset consobrinus Tiberii Gracchi, patriam cognationi praetulit, atque sublata dextera proclamavit: "QUi rempublicam salvam esse volunt, me sequantur!". Deinde, Gracchum fugientem persecutus, in eum irruit, suaque manu interfecit.

Motrui Tiberii corpus in flumen Tiberim proiectum est.
Tiberio Gracco, quando era tribuno della plebe, si staccò dal senato: si guadagnò il favore del popolo, con eccessive largizioni, distribuiva i campi alla plebe, dava il diritto di cittadinanza ad ogni italico; riempiva le provincie di nuove colonie; e con queste cose sembrava volersi preparare la via verso il regno.

Perciò i senatori riuniti deliberavano che cosa mai dovesse essere fatto. Tiberio venne in Campidoglio, portando la mano alla testa; con questo segno la sua salute al popolo consegnava; così la nobiltà interpretò questo come se il diadema chiedesse. Allora Scipione Nasica, pur essendo il cugino di Tiberio Gracco, preferì la patria alla consanguineità, e alzata la mano destra proclamò: "Chi vuole che la repubblica sia salva, mi segua". Dopodichè, inseguito Gracco che fuggiva, su di lui si scagliò, con la sua mano lo uccise. Il corpo di Tiberio morto fu buttato nel fiume Tevere.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:02:24