Apollo si innamora di Dafne - Ovidio versione latino

traduzione versione latino apollo si innamora di dafne
versione dal libro nove discere

Daphne primus amor Phoebi fuit, quem saeva Cupidinis ira dedit.

Phoebus iuvenem arcum flectentem viderat et dixit: "Quid agis, lascive puer, cum fortibus armis? Face tua amores irrita et arma trade nobis qui hosti et feris dare certa vulnera possumus". Huic fiLius Veneris: " Omnia, Phoebe, tuus arcus figit, sed tuum cor meus arcus figet".

Tum Cupidus in umbrosa arce Parnasi constitit et e pharetra duo tela traxit: hoc fugat, illud amorem facit. TeLum quod amorem facit auratum et fulgens est, quod fugat plumbeum.

Hoc deus in Daphne fixit, illo medullas Apollineas laesit: protinus alter amat, altera fugit amantem. Apollo cupidiate ardet et cupiens conubium sterilem amorem nutrit. Daphne fugit neque ad verba dei revocantis resistit et fuga eius formam auget.

Dafne fu il primo amore di Apollo, e glielo diede la collera feroce di Cupido.

Apollo aveva visto un giovane che fletteva un arco e disse: "Che cosa fai, fanciullo arrogante, con delle armi potenti? Tu accontentati di fomentare con la tua fiaccola, non so, qualche amore e consegna le armi a noi che possiamo assestare colpi sicuri al nemico ed alle fiere". A lui il figlio di Venere: "Tutte le cose, o Apollo, trapassa il tuo arco, ma il mio arco trapasserà il tuo cuore".

Allora Cupido si fermò sull'ombrosa cima del Parnaso e dalla faretra estrasse due frecce: l'una scaccia, l'altra suscita amore. La freccia che suscita amore, è dorata e sfolgorante, quella che lo scaccia, plumbea.

Il dio conficca la freccia plumbea nel cuore di Dafne, con la freccia dorata ferisce il cuore di Apollo: immediatamente uno ama, l'altra fugge chi l'ama. Apollo arde dalla passione e, desideroso di unirsi a lei, nutre un amore sterile. Dafne fugge e non si arresta alle parole del dio che la richiama e la fuga ne aumenta la bellezza.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:02:25