Il culto di Afrodite a Cnido

Pausania Periegesi della Grecia libro 1.3.5

Πρὸς δὲ τῇ θαλάσσῃ Κόνων ᾠκοδόμησεν Ἀφροδίτης ἱερόν, τριήρεις Λακεδαιμονίων κατεργασάμενος δίτης ἱερόν, τριήρεις Λακεδαιμονίων κατεργασάμενος περὶ Κνίδον τὴν ἐν τῇ Καρικῇ χερρονήσῳ.

Κνίδιοι γὰρ τιμῶσιν Ἀφροδίτην μάλιστα, καί σφισιν ἔστιν ἱερὰ τῆς θεοῦ• τὸ μὲν γὰρ ἀρχαιότατον Δωρίτιδος, μετὰ δὲ τὸ Ἀκραίας, νεώτατον δὲ ἣν Κνιδίαν οἱ πολλοί, Κνίδιοι δὲ αὐτοὶ καλοῦσιν Εὔπλοιαν.

Presso il mare, Conone costruì un tempio di Afrodite, dopo aver distrutto le triremi degli Spartani presso Cnido, la città nel Chersoneso Cario.

Gli Cnidii infatti venerano Afrodite in modo particolarissimo, e hanno vari santuari della dea: il più antico è quello di Afrodite Doritis, poi quello di Afrodite Akraia;

il più recente di tutti è quello dell’Afrodite Cnidia, come la chiamano i più, mentre gli Cnidii stessi la chiamano Euploia”

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:44:16