Disciplina militare dei persiani

Απο δε πεντε ετων παιδευονται τοξευειν και ακοντιζειν και ιππαζεσθαι και ποιμαινειν ....δε και αγραυλειν και καρποις γροις χρησθαι τερμινθω δρυοβαλλανοις αχραδι .... θωραξ δ'εστιν αυτοις φολιδωτος.

Qui puoi visionare il testo greco completo

(I persiani) e dai cinque anni vengono educati a tirare con l’arco, saettare, cavalcare, pascolare, a dimorare all’aria aperta, servirsi di frutti selvatici, di terebinto, di ghiande di quercia, di pera selvatica. Di giorno il (loro pasto) pasto è (composto da) pane dopo la palestra, focaccia, nasturzio, farinata di sale, carne arrostita o bollita dall’acqua, ed acqua come bevanda. Inoltre, cacciano tirando da cavallo giavellotti e frecce lanciandole anche con la fionda. Nel pomeriggio, si esercitano a coltivare le piante e a raccogliere radici, a fabbricare armi e a fare reti e lacci. I fanciulli non si occupano della caccia, ma è abitudine allevarli in casa. Vengono dal re stabiliti premi per la corsa e per le altre gare del pentatlo. Servono come soldati e comandano dai venti anni fino ai cinquanta, fanti e cavalieri; non si occupano del commercio, infatti, nè vendono né comprano. Combattono con uno scudo a forma di rombo, hanno scuri vicino alle faretre e coltelli, intorno al capo(hanno) un cappello di feltro a forma di torre, hanno inoltre (= a loro è una corrazza= dativo di possesso) una corazza a squame

Copyright © 2007-2018 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2018 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2018-11-07 15:39:32