La terra abitata è un'isola

Ὅτι δὲ ἡ οἰκουμένη νῆσός ἐστι πρῶτον μὲν ἐκ τῆς αἰσθήσεως καὶ τῆς πείρας ληπτέον.

πανταχῆ γάρ͵ ὁπουποτοῦν ἐφικτὸν γέγονεν ἀνθρώποις ἐπὶ τὰ ἔσχατα τῆς γῆς προελθεῖν͵ εὑρίσκεται θάλαττα͵ ἣν δὴ καλοῦμεν ὠκεανόν. καὶ ὅπου δὲ τῆι αἰσθήσει λαβεῖν οὐχ ὑπῆρξεν͵ ὁ λόγος δείκνυσι. τὸ μὲν γὰρ ἑωθινὸν πλευρόν͵ τὸ κατὰ τοὺς Ἰνδούς͵ καὶ τὸ ἑσπέριον͵ τὸ κατὰ τοὺς Ἴβηρας καὶ τοὺς Μαυρουσίους͵ περιπλεῖται πᾶν ἐπὶ πολὺ τοῦ τε νοτίου μέρους καὶ τοῦ βορείου· τὸ δὲ λειπόμενον ἄπλουν ἡμῖν μέχρι νῦν τῶι μὴ συμμῖξαι μηδένας ἀλλήλοις τῶν ἀντιπεριπλεόντων οὐ πολύ͵ εἴ τις συντίθησιν ἐκ τῶν παραλλήλων διαστημάτων τῶν ἐφικτῶν ἡμῖν. οὐκ εἰκὸς δὲ διθάλαττον εἶναι τὸ πέλαγος τὸ Ἀτλαντικόν͵ ἰσθμοῖς διειργόμενον οὕτω στενοῖς τοῖς κωλύουσι τὸν περίπλουν͵ ἀλλὰ μᾶλλον σύρρουν καὶ συνεχές· οἵ τε γὰρ περιπλεῖν ἐγχειρήσαντες͵ εἶτα ἀναστρέψαντες͵ οὐχ ὑπὸ ἠπείρου τινὸς ἀντιπιπτούσης καὶ κωλυούσης τὸν ἐπέκεινα πλοῦν ἀνακρουσθῆναι φασίν͵ ἀλλὰ ὑπὸ ἀπορίας καὶ ἐρημίας͵ οὐδὲν ἧττον τῆς θαλάττης ἐχούσης τὸν πόρον.

Per prima cosa che la terra abitata sia un’isola s’impara dai sensi e dalla esperienza. Dovunque fu dato agli uomini di pervenire sino alle estremità della terra trovarono quel mare che chiamiamo oceano: e dove al senso non è concesso di accertarsene, lo dimostra il raziocinio: infatti lungo il lato orientale che si trova dalla parte dell’India, e lungo l’occidentale che si trova verso gl’Iberi e i Maurusii si può navigare, ed anche lungo gran parte dei lati di mezzogiorno e di settentrione.

Il restante (mare), che noi definiamo non navigato finora perché  mai s’incontrarono fra loro naviganti partiti da luoghi opposti, non è molto, se noi poniamo a riscontro le distanze dei luoghi ai quali siamo arrivati. Non è poi verosimile che il pelago detto Atlantico sia diviso in due mari, o intercettato da istmi cotanto stretti da impedire la navigazione intorno alla terra; ma si vuole ritenere invece che sia un mare solo e continuato.

Infatti coloro i quali avendo intrapresa quella navigazione non vi riuscirono, non dissero già di aver dato volta per non avere trovato nessun continente che loro si opponesse; ma sebbene per mancanza di viveri e per essere i luoghi deserti: e mai perché fosse venuto meno il passaggio del mare.

Copyright © 2007-2018 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2018 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2018-11-07 15:39:32