Cibele e Attis

Παραδέδοται δὲ τῆς θεοῦ ταύτης καὶ κατὰ τὴν Φρυγίαν γένεσις.

οἱ γὰρ ἐγχώριοι μυθολογοῦσι τὸ παλαιὸν γενέσθαι βασιλέα Φρυγίας καὶ Λυδίας Μῄονα· γήμαντα δὲ Δινδύμην γεννῆσαι μὲν παιδίον θῆλυ, τρέφειν δ' αὐτὸ μὴ βουλόμενον εἰς ὄρος ἐκθεῖναι τὸ προσαγορευόμενον Κύβελον.

ἐνταῦθα τῷ παιδίῳ κατά τινα θείαν πρόνοιαν τάς τε παρδάλεις καί τινα τῶν ἄλλων τῶν ἀλκῇ διαφερόντων θηρίων παρέχεσθαι τὴν θηλὴν καὶ διατρέφειν, γύναια δέ τινα περὶ τὸν τόπον ποιμαίνοντα κατιδεῖν τὸ γινόμενον, καὶ θαυμάσαντα τὴν περιπέτειαν ἀνελέσθαι τὸ βρέφος, καὶ προσαγορεῦσαι Κυβέλην ἀπὸ τοῦ τόπου.

Si tramanda anche la leggenda della nascita di questa dea in Frigia.

Infatti le genti della regione raccontano che secondo il mito anticamente fu re di Frigia e della Lidia Meione. Sposata Dindima, generò una figlia femmina, ma che non volendo allevarla, la espose su un monte chiamato Cibelo. (Raccontano che) Là per una certa divina provvidenza i leopardi e certe altre fiere tra le più forti offrirono alla bambina le mammelle e la nutrirono, ma che certe donne, che erano andate a pascolare il gregge in quel luogo, videro il fatto e meravigliate per il fatto straordinario presero la neonata e la chiamarono Cibele dal nome del luogo.

(Raccontano che) la bambina, cresciuta, si distingueva per bellezza e saggezza, e che era ammirata anche per (la sua) intelligenza.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-03-29 22:43:30