Un critico inflessibile - Diodoro Siculo versione greco

Un critico inflessibile VERSIONE GRECO Diodoro Siculo
TRADUZIONE libro Greco terza edizione esercizi 1 di
Campanini e Scaglietti

Inizio: Εν τουτῳ τῳ χρονῳ διονυσιος ο των συρακοσιων τυραννος πολλην ειρηνηνη και σχολην ειχεν... fine: ...τοις δε υπηρεταις κελευει: " Απαγετε με εις τας λατομιας.

In quel tempo Dionigi, il tiranno dei Siracusani, manteneva molta pace e quiete.

Perciò sia scriveva poemi, sia mandava a chiamare (i poeti) per passare il tempo con questi e per conoscere i giudizi sulle sue opere. Una volta il tiranno durante il suo simposio chieseun giudizio a Filosseno, poeta ditirambico; "Dimmi, cosa ne pensi dei miei poemi ". E questo allora risponde: "Le tue opere sono di pessimo gusto", Dionigi ordina ai servi di portarlo via all'istante e di gettarlo nelle latomie.

Ma il giorno dopo gli amici del tiranno lo convincono a perdonare Filosseno.

E Dionigi comanda i servi di liberare il poeta e di farlo venire al simposio. Ma egli rifiuta e Dioniso di nuovo gli chiede se i suoi poemi gli piacciano o no. Allora Filosseno da una parte non risponde al tiranno, dall'altra esortava i servi : " Portatemi delle latomie "

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-03-04 10:56:24 - flow version _RPTC_G1.1