Socrate e Santippe - Ellenisti versione greco Diogene Laerzio

SANTIPPE E SOCRATE
VERSIONE GRECO Diogene Laerzio  libro ellenisti

Σωκράτης πρὸς Ἀλκιβιάδην εἰπόντα ὡς οὐκ ἀνεκτὴ ἡ Ξανθίππη λοιδοροῦσα, "ἀλλ' ἔγωγ'," ἔφη, "συνείθισμαι, καθαπερεὶ καὶ τροχιλίας ἀκούων συνεχές.

καὶ σὺ μέν," εἶπε, "χηνῶν βοώντων ἀνέχῃ;" τοῦ δὲ εἰπόντος, "ἀλλά μοι ᾠὰ καὶ νεοττοὺς τίκτουσι," "κἀμοί," φησί, "Ξανθίππη παιδία γεννᾷ." ποτὲ αὐτῆς ἐν ἀγορᾷ καὶ θοἰμάτιον περιελομένης συνεβούλευον οἱ γνώριμοι χερσὶν ἀμύνασθαι˙ "νὴ Δί'," εἶπεν, "ἵν' ἡμῶν πυκτευόντων ἕκαστος ὑμῶν λέγῃ, εὖ Σώκρατες, εὖ Ξανθίππη;" ἔλεγε συνεῖναι τραχείᾳ γυναικὶ καθάπερ οἱ ἱππικοὶ θυμοειδέσιν ἵπποις.

"ἀλλ' ὡς ἐκεῖνοι," φησί, "τούτων κρατήσαντες ῥᾳδίως τῶν ἄλλων περιγίνονται, οὕτω κἀγω Ξανθίππῃ χρώμενος τοῖς ἄλλοις ἀνθρώποις συμπεριενεχθήσομαι."

Diverse proposte di traduzione  per lo stesso passo

Socrate ad Alcibiade che gli diceva che l'insopportabile Santippe lo rimproverava continuamente disse "ma io mi sono abituato come se udissi il rumore incessante di una carrucola". Mentre tu disse, sopporti con rassegnazione le oche che gridano? Replicando, "ma a me producono uova e pulcini", anche a me Santippe genera figli. Una volta al mercato strappando quella il mantello i parenti lo consigliavano di difendersi con le mani "Si per Zeus" disse "Così mentre noi facciamo il pugilato, ciascuno di voi dica forza Socrate, brava Santippe!" diceva dunque che convivere con una donna violenta bisogna comportarsi come i cavalieri con i cavalli focosi disse "ma come quelli che amano andare a cavallo questi facilmente riescono ad avere la meglio anche sugli altri così anche io trattando con Santippe mi troverò a mio agio con tutti gli altri uomini.

Socrate a Alcibiade che gli aveva detto che l’insopportabile santippe lo rimproverava continuamente disse “ma io mi sono abituato come se udissi il rumore incessante di un argano” una volta che nel mercato santippe gli strappò il mantello i suoi amici lo consigliavano di difendersi picchiandola “si per Zeus” disse “così mentre noi facciamo il pugilato, ciascuno di voi dica forza socrate, brava santippe!” socrate diceva dunque che convivere con una donna violenta bisogna comportarsi come i cavalieri con i cavalli focosi disse “ma come quelli che amano andare a cavallo questi facilmente riescono ad avere la meglio anche sugli altri così anche io trattando con Santippe mi troverò a mio agio con tutti gli altri uomini.”

Socrate ad Alcibiade che gli diceva che il minaccioso brontolio di Santippe era insopportabile, replicò: "Ma io mi ci sono abituato, come se udissi il rumore incessante di un argano""E tu - soggiunse - non sopporti lo starnazzare delle oche?" E poiché Alcibiade obbiettò: "Ma esse mi producono uova e paperi», Socrate replicò: «Ma anche a me Santippe genera i figli". Una volta in pieno mercato Santippe gli strappò il mantello: i suoi amici lo incitavano a menare le mani per punirla, "Sì per Zeus - disse - perché, mentre noi facciamo il pugilato, ciascuno di voi faccia il tifo: 'Forza Socrate!' 'Brava Santippe!'" Diceva che con una donna di carattere aspro bisogna comportarsi come i cavalieri con i cavalli focosi: "Come quelli dopo aver domato i cavalli furiosi la spuntano facilmente sugli altri, così anch'io abituato a convivere con Santippe mi troverò a mio agio con tutti gli altri uomini"

Copyright © 2007-2018 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2018 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2018-09-02 14:31:40