Il mio latino laboratorio 1 pagina 393 numero 35

Messaggioda Mar0006 » 11 mag 2022, 14:32

Mi potete aiutare per favore Pag 393, es. n. 35; libro IL MIO LATINO LAB.1 Mi serve per venerdì 13 maggio
Allegati
393.35.PNG

Mar0006

Utente SILVER
Utente SILVER
 
Risposte:

Messaggioda Eragon » 12 mag 2022, 15:05

1. Furi, obsides dimitte ac Latinis gentibus concedas tandem foedera ac societatem.
O Furio (vocativo di Furius, Furi = nome proprio), lascia perdere i prigionieri e concedi (concedas congiuntivo esortativo) ai popoli latini finalmente patti e alleanza.

2. Ne sis ruri otiosus, opuscula nonnulla de philosophia mitto ac Vergili carmỉna.
Affinchè tu non sia ozioso in campagna, ti mando alcune piccole opere sulla filosofia e i carmi di Virgilio.
TRADUZIONE ANCHE QUI

3. Caesar a Vercingetorige petit ut ad se veniat rationesque belli communicet.
Cesare chiese a Vercingetorige di andare da lui per comunicargli i bilanci della guerra.

4. Aventinus extra fines Urbis semper mansit, ne mala auspicia a Remo observata civitatem quoque afficerent.
L'Aventino rimase sempre fuori dai confini di Roma anche per non danneggiare la città con i cattivi presagi osservati da Remo.

5. Venus ex Anchisa procreavit Aeneam eique praecepit ne id apud homines enuntiaret.
Venere procreò da Anchise Enea e a lui ordinò di non annunciare ciò presso gli uomini.

6. Caracalla princeps matrem et alias mulieres post necem Getae fratris occidere constituit, sed admonitus est ne augeretur fratris occisi crudelitas.
Il principe Caracalla decise di uccidere la madre e le altre donne dopo la morte del fratello Geta, ma lo si avvertì affinchè non si aumentasse la crudeltà del fratello ucciso.

Eragon

Site Admin
Site Admin
 

Torna a LATINO e GRECO

release check: 2022-05-13 15:05:49 - flow version _RPTC_G1.1