versione di greco maturità PLATONE SOCRATE E LA POLITICA

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 6:31

SOCRATE E LA POLITICA PLATONE VERSIONE DI GRECO Maturità 2010 seconda prova

Le indiscrezioni parlano di Platone ...... questa versione per l'appunto!!! :shock:
---------------------------------
Ecco a voi ore 8,31 la versione è sicura!!!! ok2 :mrgreen:

Questa versione si trova già nel nostro sito qui:/platone/socrate-e-la-politica.html
COMUNQUE
RIPORTO QUI LA VERSIONE COSì è a diposizione di tutti in tempo reale

come ben vedete inizio è fine coincidono (questo inizio e fine è stato inviato da voi utenti)

εγο γαρ ανδρες (INIZIO)..............................απιον οικαδε (FINE)


ἐγὼ γάρ, ὦ ἄνδρες Ἀθηναῖοι, ἄλλην μὲν ἀρχὴν οὐδεμίαν πώποτε ἦρξα ἐν τῇ πόλει, ἐβούλευσα δέ: καὶ ἔτυχεν ἡμῶν ἡ φυλὴ Ἀντιοχὶς πρυτανεύουσα ὅτε ὑμεῖς τοὺς δέκα στρατηγοὺς τοὺς οὐκ ἀνελομένους τοὺς ἐκ τῆς ναυμαχίας ἐβουλεύσασθε ἁθρόους κρίνειν, παρανόμως, ὡς ἐν τῷ ὑστέρῳ χρόνῳ πᾶσιν ὑμῖν ἔδοξεν. τότ᾽ ἐγὼ μόνος τῶν πρυτάνεων ἠναντιώθην ὑμῖν μηδὲν ποιεῖν παρὰ τοὺς νόμους καὶ ἐναντία ἐψηφισάμην: καὶ ἑτοίμων ὄντων ἐνδεικνύναι με καὶ ἀπάγειν τῶν ῥητόρων, καὶ ὑμῶν κελευόντων καὶ βοώντων, μετὰ τοῦ νόμου καὶ τοῦ δικαίου ᾤμην μᾶλλόν με δεῖν διακινδυνεύειν ἢ μεθ᾽ ὑμῶν γενέσθαι μὴ δίκαια βουλευομένων, φοβηθέντα δεσμὸν ἢ θάνατον. καὶ ταῦτα μὲν ἦν ἔτι δημοκρατουμένης τῆς πόλεως: ἐπειδὴ δὲ ὀλιγαρχία ἐγένετο, οἱ τριάκοντα αὖ μεταπεμψάμενοί με πέμπτον αὐτὸν εἰς τὴν θόλον προσέταξαν ἀγαγεῖν ἐκ Σαλαμῖνος Λέοντα τὸν Σαλαμίνιον ἵνα ἀποθάνοι, οἷα δὴ καὶ ἄλλοις ἐκεῖνοι πολλοῖς πολλὰ προσέταττον, βουλόμενοι ὡς πλείστους ἀναπλῆσαι αἰτιῶν. τότε μέντοι ἐγὼ οὐ λόγῳ ἀλλ᾽ ἔργῳ αὖ ἐνεδειξάμην ὅτι ἐμοὶ θανάτου μὲν μέλει, εἰ μὴ ἀγροικότερον ἦν εἰπεῖν, οὐδ᾽ ὁτιοῦν, τοῦ δὲ μηδὲν ἄδικον μηδ᾽ ἀνόσιον ἐργάζεσθαι, τούτου δὲ τὸ πᾶν μέλει. ἐμὲ γὰρ ἐκείνη ἡ ἀρχὴ οὐκ ἐξέπληξεν, οὕτως ἰσχυρὰ οὖσα, ὥστε ἄδικόν τι ἐργάσασθαι, ἀλλ᾽ ἐπειδὴ ἐκ τῆς θόλου ἐξήλθομεν, οἱ μὲν τέτταρες ᾤχοντο εἰς Σαλαμῖνα καὶ ἤγαγον Λέοντα, ἐγὼ δὲ ᾠχόμην ἀπιὼν οἴκαδε

traduzione del passo

Infatti, cittadini ateniesi, io non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c'erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l'oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m'importa - se non è detto troppo rusticamente - proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa.

giada

Site Admin
Site Admin
 
Risposte:

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 6:45

e' CERTISSIMA RAGAZZI !!! Mi sono arrivate tantissime testimonianze e conferme da parte vostra ok2

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda rockroi7 » 23 giu 2010, 6:54

si raga e questa qua anch'io confermo!

rockroi7

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda Loru » 23 giu 2010, 6:56

qua dove?

Loru

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda iosmarrito » 23 giu 2010, 6:57

A quello che ho capito la traduzione comincia con "infatti, o ateniesi....." che e diversa dalla traduzione che già circola in rete... su altri siti

iosmarrito

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 6:58

si lo so ma io non facco riferimenti ad altri siti mi riferisco a quello che mi arriva come notizia da parte di voi utenti

RIPETO LA VERSIONE SICURA è quella che ho messo alle 8,31 all'inizio di questa discussione

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda fede.ravida » 23 giu 2010, 6:59

SI è quella che hai messo confermo anch'io ok2

fede.ravida

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda bollikkia » 23 giu 2010, 7:00

inizia con infatti o uomini ateniesi..

QUINDI è quella

bollikkia

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda ico1987 » 23 giu 2010, 7:04

è quella confermo che l'inizio è

εγο γαρ ανδρες (INIZIO)..............................απιον οικαδε (FINE)

Grazie !

ico1987

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda iosmarrito » 23 giu 2010, 7:05

Confermo

iosmarrito

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:05

Attenzione ragazzi su altri siti mi dicono che circola una versione sbagliata fate riferimento a quella che ho messo all'inizio di questo post che le conferme che mi arrivano non fanno altro che dirmi che è quella giusta

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:08

Questo è il testo originale preso da google libri che conferma il passo inizio e fine

ulteriore riprova caso mai ce ne fosse bisogno

Immagine

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda bollikkia » 23 giu 2010, 7:09

SI INFATTI è QUELLA mia sorella mi suggerisce che è il 32esimo brano dell'apologia di socrate!

bollikkia

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda PIWAZZO » 23 giu 2010, 7:10

si si apologia di Socrate 32 è quella è quella

PIWAZZO

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:11

Esattamente è questo allora

perchè inizio è fine coincidono ora datemi un istante

Immagine

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda bollikkia » 23 giu 2010, 7:12

opsssss
erroreeeeeeeee..32ESIMO BRANO APOLOGIA PLATONE!!!!!!!!!!
scusateeee =(

bollikkia

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:14

Esattamente è questo lo riporto ancora



Infatti, cittadini ateniesi, io [non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c'erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l'oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m'importa - se non è detto troppo rusticamente - proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa.

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda ninopalazzolo » 23 giu 2010, 7:15

veloce speriamo sia questa =) okbenfatto fammi sapere al piu presto è urgente

ninopalazzolo

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda morero » 23 giu 2010, 7:16

la versione di greco inizia con "egò" e finisce con "oikade"

morero

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:18

RAGAZZI E' SOLO IL PEZZO ROSSO QUELLO DEL TESTO DELLA VERSIONE MI RACCOMANDO

alcuni dicono che ci sono pezzi in più MA NON CI SONO

Infatti, cittadini ateniesi, io non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c'erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l'oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m'importa - se non è detto troppo rusticamente - proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa.

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda kekkolinamirime » 23 giu 2010, 7:20

L'INIZIO E LA FINE DELLA VERSIONE SONO QUESTI SICURO:
(inizio) EGO GAR O ANDRES ALLEN MEN..........
(fine) EGO DE OKOMEN APION OIKADE

kekkolinamirime

Utente SILVER
Utente SILVER
 

Messaggioda alessandromiharotto » 23 giu 2010, 7:21

io credo la traduzione sia questa alla fine martures significa testimoni...
Vi dirò cose vereInfatti, cittadini ateniesi, io [32b] non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c'erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, [32c] io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l'oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m'importa - se non è detto troppo rusticamente - proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa. E forse per questo sarei stato messo a morte se quel governo non fosse stato velocemente rovesciato. [32e] Anche di questo avrete numerosi testimoni.

alessandromiharotto

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:25

[quote="morero"]la versione di greco inizia con "egò" e finisce con "oikade"



mi dicono che la fine era oikade..... quindi dovrebbe essere come ho messo io

INFATTI non vedo nel testo greco assolutamente la parola testimoni ovvero martures

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda ninopalazzolo » 23 giu 2010, 7:25

si hanno notizie certe ?????????????????' :x

ninopalazzolo

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:28

[quote="ninopalazzolo"]veloce speriamo sia questa =) okbenfatto fammi sapere al piu presto è urgente


se quanto mi hanno messo di inizio e fine è giusto dovrebbe essere quella se guardi i post indietro ho messo tutto il testo greco e come vedi inizia e finisce con quelle parole

il testo greco è preso dall'apologia di socrate e come vedi coincide

più certa di così si muore ok2 :mrgreen:

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:28

riporto ancora il testo per coloro che entrano ora nel forum




[quote="giada"]RAGAZZI E' SOLO IL PEZZO ROSSO QUELLO DEL TESTO DELLA VERSIONE MI RACCOMANDO


[quote="giada"][quote="giada"]Esattamente è questo allora

perchè inizio è fine coincidono ora datemi un istante

Immagine



traduzione del passo fra poco vi dico dove arriva intanto credo proprio sia questa la traduzione

Infatti, cittadini ateniesi, io [32b] non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c'erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, [32c] io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l'oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m'importa - se non è detto troppo rusticamente - proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa.





questo è il seguito ma non serve


E forse per questo sarei stato messo a morte se quel governo non fosse stato velocemente rovesciato. [32e] Anche di questo avrete numerosi testimoni.

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda raziel86 » 23 giu 2010, 7:35

Ma quei 32b 32c tra parentesi cosa vogliono dire sono errori della tastiera? Li ometto ovviamente.

raziel86

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda PIWAZZO » 23 giu 2010, 7:37

ECCOLAAAA E' LA CONFERMA E' QUELLA E' QUELLA!!!!! ok2 :mrgreen: okbenfatto

ECCO A VOI LA PROVA
Allegati
fotografie-0005.jpg

PIWAZZO

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:43

non avevo dubbi comunque bene la conferma grazie grazieate

p.s. Accidenti che coraggio!!!! fotografare la prova col cell, voi siete fuori ragazzi :shock:

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda ninopalazzolo » 23 giu 2010, 7:48

la versione é al 100 per 100 questa ciau e mi raccomando in bocca a lupo

ninopalazzolo

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:50

nino sei un po' arrivato tardi è un'ora che l'abbiamo data

comunque grazie

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 7:51

continuo a quotarla per coloro che vogliono trovarla in fretta



la versione è esattamente questa testo greco e traduzione

arriva fino a okade Inizia da metà del primo rigo del link di google



Immagine[/quote]


traduzione del passo fra poco vi dico dove arriva intanto credo proprio sia questa la traduzione

Infatti, cittadini ateniesi, io [32b] non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c'erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, [32c] io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l'oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m'importa - se non è detto troppo rusticamente - proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa.

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda Loru » 23 giu 2010, 8:06

CI sono frasi in +?
Comunque ho trovato anche un altra traduzione. Se qualcuno conosce il greco mi dica quale è migliore.

Io non ho mai tenuto nella città, o Ateniesi, nessuna Magistratura: fui solamente membro del Consiglio. Avvenne che la mia tribù Antiochide si trovasse a tenere la Pritania quando voi volevate sottoporre a giudizio tutti insieme i dieci strateghi che non avevano recuperato i naufraghi e i morti della battaglia navale. Ciò era illegale, e voi stessi in seguito l'avete riconosciuto. Tuttavia, allora, io solo dei Pritani mi opposi perchè non fosse violata la legge; e votai contro. E già gli oratori erano pronti ad accusarmi, a farmi arrestare, e voi stessi li incoraggiavate con i vostri schiamazzi. Ciononostante, io stimai che era mio dovere affrontare il pericolo standomene dalla parte della legge e della giustizia piuttosto che associarmi a voi nell'ingiustizia per timore del carcere e della morte.
Ciò avvenne al tempo in cui la città si reggeva ancora a democrazia. Allorché vi si stabilì l'oligarchia, i Trenta tiranni mi mandarono a chiamare nella Tholo insieme con altri quattro e ci ordinarono di andare ad arrestare a Salamina Leonte il Salaminio perché fosse messo a morte; e simili ordini essi dettero a molti altri ancora con l'intendimento di associare ai loro crimini più cittadini che fosse possibile. In tale circostanza io dimostrai, non con parole ma con fatti, che della morte non m'importa proprio un bel nulla - scusatemi l'espressione alquanto grossolana; ma ciò che maggiormente m'importa è di non commettere cosa ingiusta ed empia. Né quel governo, per quanto violento fosse, riuscì ad incutermi tanta paura da farmi commettere un delitto. Infatti, quando uscimmo dalla Tholo, i quattro miei compagni andarono a Salamina e condussero via Leonte; io invece me n'andai a casa. E forse avrei pagato con la vita un tale gesto se quel governo non fosse stato rovesciato di lì a poco. E di questi fatti molti sono i testimoni.

Loru

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda PIWAZZO » 23 giu 2010, 8:14

PER CHI E' APPENA ENTRATO NEL FORUM QUESTO E' IL TESTO GRECO CON RELATIVA TRADUZIONE HO RIVEVUTA DA UN'AMICA LA PRIMA FOTO D'ITALIA AD USCIRE DALLA SCUOLA GIA SPARSA SU INTERNET ECCOLA!!
Allegati
fotografie-0005.jpg Infatti, cittadini ateniesi, io [32b] non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c’erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, [32c] io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l’oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m’importa – se non è detto troppo rusticamente – proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa

PIWAZZO

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda elili91 » 23 giu 2010, 8:18

Confermata questa traduzione!

elili91

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 8:21

[quote="PIWAZZO"]ECCOLAAAA



come vedi la conferma l'abbiamo avuta anche noi e prima di loro

un utente ha mandato quella

bye
Allegati
maturità 2010.jpg

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda PIWAZZO » 23 giu 2010, 8:24

SONO STATO IL + VELOCE :p

PIWAZZO

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda fede89 » 23 giu 2010, 8:33

GRAAAAAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE grazieate
fede89
 

Messaggioda PIWAZZO » 23 giu 2010, 8:33

X KI VOLESSE ANCORA....
ἐγὼ γάρ, ὦ ἄνδρες Ἀθηναῖοι, ἄλλην μὲν ἀρχὴν οὐδεμίαν πώποτε ἦρξα ἐν τῇ πόλει, ἐβούλευσα δέ: καὶ ἔτυχεν ἡμῶν ἡ φυλὴ Ἀντιοχὶς πρυτανεύουσα ὅτε ὑμεῖς τοὺς δέκα στρατηγοὺς τοὺς οὐκ ἀνελομένους τοὺς ἐκ τῆς ναυμαχίας ἐβουλεύσασθε ἁθρόους κρίνειν, παρανόμως, ὡς ἐν τῷ ὑστέρῳ χρόνῳ πᾶσιν ὑμῖν ἔδοξεν. τότ᾽ ἐγὼ μόνος τῶν πρυτάνεων ἠναντιώθην ὑμῖν μηδὲν ποιεῖν παρὰ τοὺς νόμους καὶ ἐναντία ἐψηφισάμην: καὶ ἑτοίμων ὄντων ἐνδεικνύναι με καὶ ἀπάγειν τῶν ῥητόρων, καὶ ὑμῶν κελευόντων καὶ βοώντων, μετὰ τοῦ νόμου καὶ τοῦ δικαίου ᾤμην μᾶλλόν με δεῖν διακινδυνεύειν ἢ μεθ᾽ ὑμῶν γενέσθαι μὴ δίκαια βουλευομένων, φοβηθέντα δεσμὸν ἢ θάνατον. καὶ ταῦτα μὲν ἦν ἔτι δημοκρατουμένης τῆς πόλεως: ἐπειδὴ δὲ ὀλιγαρχία ἐγένετο, οἱ τριάκοντα αὖ μεταπεμψάμενοί με πέμπτον αὐτὸν εἰς τὴν θόλον προσέταξαν ἀγαγεῖν ἐκ Σαλαμῖνος Λέοντα τὸν Σαλαμίνιον ἵνα ἀποθάνοι, οἷα δὴ καὶ ἄλλοις ἐκεῖνοι πολλοῖς πολλὰ προσέταττον, βουλόμενοι ὡς πλείστους ἀναπλῆσαι αἰτιῶν. τότε μέντοι ἐγὼ οὐ λόγῳ ἀλλ᾽ ἔργῳ αὖ ἐνεδειξάμην ὅτι ἐμοὶ θανάτου μὲν μέλει, εἰ μὴ ἀγροικότερον ἦν εἰπεῖν, οὐδ᾽ ὁτιοῦν, τοῦ δὲ μηδὲν ἄδικον μηδ᾽ ἀνόσιον ἐργάζεσθαι, τούτου δὲ τὸ πᾶν μέλει. ἐμὲ γὰρ ἐκείνη ἡ ἀρχὴ οὐκ ἐξέπληξεν, οὕτως ἰσχυρὰ οὖσα, ὥστε ἄδικόν τι ἐργάσασθαι, ἀλλ᾽ ἐπειδὴ ἐκ τῆς θόλου ἐξήλθομεν, οἱ μὲν τέτταρες ᾤχοντο εἰς Σαλαμῖνα καὶ ἤγαγον Λέοντα, ἐγὼ δὲ ᾠχόμην ἀπιὼν οἴκαδε
TRADUZIONE:

“Infatti, cittadini ateniesi, io [32b] non ho mai esercitato nessuna carica in città se non come membro della Bulé; e capitò che la mia tribù Antiochide avesse la pritania quando decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente (paranomos), come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano raccolto [i naufraghi] della battaglia navale. Ma in quel momento io solo fra i pritani mi opposi a voi, per non fare niente contro la legge, e votai contro. E mentre c’erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, [32c] io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto con la legge e la giustizia, piuttosto che stare con voi deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l’oligarchia, i trenta mi rifecero chiamare al Tholo con altri quattro, e mi ingiunsero di portar via da Salamina Leonte di Salamina per metterlo a morte. Essi davano molti ordini del genere a numerosi altri, perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. E anche allora, [32d] tuttavia, provai non a parole ma con i fatti che della morte non m’importa – se non è detto troppo rusticamente – proprio nulla, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa
Allegati
fotografie-0005 - Copia.jpg

PIWAZZO

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda elili91 » 23 giu 2010, 8:42

MI hanno appena detto che manca una parte finale! dicono che c'è pure la parte 32e che fà così:
E forse per questo sarei stato messo a morte se quel governo non fosse stato velocemente rovesciato. Anche di questo avrete numerosi testimoni".

elili91

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda PIWAZZO » 23 giu 2010, 8:45

HAI RAGIONE MI SN SCORDATO DI SCRIVERLA !! GRAZIE PER AVERMI SEGNALATO L'ERRORE!

PIWAZZO

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda ico1987 » 23 giu 2010, 8:51

Ho integrato la versione letterale co quella più libera:


Infatti non ho mai tenuto nella città, o Ateniesi, nessuna carica se non come membro della Bulè. Avvenne che la mia tribù Antiochide si trovasse a tenere la Pritania quando voi decideste di giudicare tutti insieme, illegittimamente, come sembrò in un secondo momento a tutti voi, i dieci strateghi che non avevano recuperato i naufraghi e i morti della battaglia navale. Tuttavia, allora, io solo dei Pritani mi opposi a voi perché non fosse violata la legge, e votai contro. E mentre c'erano oratori pronti a denunciarmi e a trascinarmi in giudizio e voi gridavate e li incitavate, io pensavo che era per me doveroso rischiare il tutto per tutto stando dalla parte della legge e la giustizia, piuttosto che stare dalla vostra parte deliberando cose ingiuste, per paura della prigione o della morte. E questo fu quando la città aveva ancora una costituzione democratica. Ma quando si affermò l'oligarchia, i Trenta mi mandarono a chiamare nella Tholo insieme con altri quattro e ci ordinarono di andare a prelevare a Salamina Leonte il Salaminio perché fosse messo a morte; e simili ordini essi dettero a molti altri ancora perché volevano contaminare con le loro colpe più persone possibili. In tale circostanza io dimostrai, non con le parole ma con i fatti, che della morte non m'importa proprio un bel niente - scusatemi l'espressione un po' rustica, mentre non agire in modo ingiusto ed empio mi sta del tutto a cuore. Né quel governo, per quanto violento fosse, riuscì ad incutermi tanta paura da farmi commettere un delitto. Perciò quel governo, pur essendo così potente, non mi turbò tanto da indurmi a fare qualcosa di ingiusto, e, uscito dal Tholo, mentre gli altri quattro [miei compagni] erano andati a Salamina a prendere Leonte, io mi ero allontanato e me ne ero andato a casa.

ico1987

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 9:05

Come si evince dal passo greco non c'è il pezzetto in più ma esattamente come l'ho messo io

baci

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda reinal24@yahoo.it » 23 giu 2010, 9:07

MI E' ARRIVATA VOCE CHE ALLA VERSIONE BISOGNA ANCHE FARE IL COMMENTO?
QUALCUNO SA QUALCOSA? :shock:

reinal24@yahoo.it

*nuovo iscritto*
*nuovo iscritto*
 

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 9:11

Mi dicono che è richiesto anche un commento

Un possibile commento alla versione bye

In questo passo dell'Apologia di Socrate di Platone Socrate cita episodi della sua vita avvenuti sia sotto il regime democratico sia sotto quello oligarchico dei Trenta
Platone inftti nell'apologia di Socrate descrive la difesa del suo maestro Socrate durante il processo per la sua condanna a morte ed esalta notevolmente la figura del suo maestro, che anche in una situazione così estrema non rinnega la sua ideologia. L'Apologia vuole quindi essere anche una sorta di presentazione del personaggio di Socrate, del suo pensiero e del suo stile di vita e questo passo tratto da essa sicuramente testimonia la dedizione di Socrate alla giustizia.

.

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda jessy.7 » 23 giu 2010, 11:39

Sempre presente Giada!
Era proprio questa! :lol:

jessy.7

Utente GOLD
Utente GOLD
 
Località: Roma

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 15:01

Ciao Jessina

mi sei mancata moltissimo oggi ...... ti ricordi i vecchi tempi?


come è andata? Mi mancherai........ :sad:

Un bacione grande grande




mandabacino

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda jessy.7 » 23 giu 2010, 17:44

Durante la versione infatti ho pensato: chissà se giada è già al lavoro! :lol:
Dai per esser Platone era più che fattibile, poi l'avevo già fatta l'anno scorso (anche se la metà). Non te l'avevo mandata? :-D
Vedrai vedrai, appena finisce tutto ti riempio di versioni :mrgreen: :mrgreen:

jessy.7

Utente GOLD
Utente GOLD
 
Località: Roma

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 17:48

Si l'avevi mandata infatti stava qua:

/platone/socrate-e-la-politica.html

Se fosse capitata a me alla maturità sarei stata fortunatissima SAPEVO TUTTA L'APOLOGIA DI SOCRATE A MEMORIA perchè il nostro prof ce l'aveva fatta studiare per l'orale

ovviamente questa fortuna non mi è capitata.......

chissà se qualche professore, come il mio l'aveva fatta studiare a memoria pensa i ringraziamenti....

Sono contenta che tu sia andata bene Jessina d'altronte non è cosa degna di meraviglia per me... me l'aspettavo

in bocca al lupo per il restante esame....

mandabacino

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda jessy.7 » 23 giu 2010, 17:52

Caspita Giada, l'avresti fatta fischiando! :lol:
Comunque me lo sentivo troppo che sarebbe uscito Platone, avevo già stressato Luca infatti :lol: :lol: . In ballo c'erano o Platone o Tucidide nella mia testolina!


Crepi crepi crepi!
mandabacino

jessy.7

Utente GOLD
Utente GOLD
 
Località: Roma

Messaggioda giada » 23 giu 2010, 19:01

Ringrazio gli utenti tutti che hanno collaborato a far si che la traduzione fosse presente sul sito skuolasprint già dalle 8,31 e soprattutto che fosse quella giusta anche se in rete su siti circolavano traduzioni sbagliate

Il merito va sicuramente alla grande collaborazione tra noi dello staff e voi utenti, una collaborazione che riteniamo sia davvero preziosa e speciale

E' il secondo anno che siamo i primi a dare la versione ESATTA ma non siamo soliti farci pubblicità per questo tipo di eventi, nè ci interessa avere dei meriti quello che a noi interessa è aiutare al meglio i nostri utenti che possono sempre contare sul nostro aiuto SEMPRE!!!!!!!


Questo perchè SkuolaSprint non vi lascia mai soli bye

DAVVERO UN IN BOCCA AL LUPO speciale a tutti i maturandi di quest'anno !!!!!

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda gio.91 » 24 giu 2010, 10:56

grazieate Grazie, veramente di cuore, a te e a tutto lo staff, siete stati grandi, facciounapplauso mi mancherete tristezzonissima mandabacino mandabacino

gio.91

Utente GOLD
Utente GOLD
 

Torna a Richieste pervenute negli anni passati

release check: 2019-08-10 09:14:48