Tema argomentativo: la famiglia ai nostri giorni

Messaggioda Elenacap95 » 3 nov 2011, 23:18

Sinceramente la situazione di ciò che si intende per famiglia tradizionale è molto cambiata negli anni passati ad oggi. La famiglia moderna è in una situazione di crisi nella quale si mettono in discussione i lati positivi di ciò che essa dovrebbe rappresentare. Come riporta A.Golini in una citazione de "La famiglia italiana dall'Ottocento ad oggi", in una famiglia rispettabile vi erano due regole fontamentali:i rapporti consentiti solo tra coniugi e il matrimonio considerato un'unione per la vita. Ai tempi d'oggi sai l'una che l'altra "regola" sono andate via via perdendo valore,come la famiglia di per sè. Si nota infatti come le persone abbiano già figli prima del matrimonio o addirittura come una coppia sposata si separi così facilmente dopo pochi anni. Questo perchè succede? Perchè la famiglia non assume più, per gran parte delle persone un significato tra quelli che dovrebbero essere di primaria importanza.
Il lavoro, il denaro, i divertimenti, fanno sì che ci si dedichi di meno al nucleo familiare. Questo è anche alla base del problema del numero dei figli. Molte coppie, come riportato in vari grafici, decidono di non voler avere figli, e questo secondo la mia opinione perchè c'è un crollo di responsabilità da parte dei genitori. Avere figli comporta una grande responsabilità e oggigiorno si preferisce "rinviare" la cosa. Si nota infatti come alcune famiglie tirino su i propri figli: viziati per la maggior parte. Nasce la coppia pendolare, persone che vivono per lunghi periodi lontani dalle proprie abitazioni.
In contrapposizione a queste tesi però, c'è chi dichiara che la famiglia abbia avuto un miglioramento. Punto principale è l'emancipazione della donna nella società. Il pensiero che si aveva della donna è cambiato nei secoli ed oggi la donna è capace di mantenere una famiglia da sola e, anche se ci sono molti casi contrari ancora, di riuscire a "non farsi mettere i piedi in testa" dal marito. Succede che in questo modo i bambini restino a casa da soli e per alcuni questa cosa è vista come un acquisizione di responsabilità del bimbo stesso. Io penso ke nn bisognere lasciare troppo spesso solo il proprio figlio. Penso che bisogna controllarlo, evitargli pericoli e tirarlo sù dandogli un buon appoggio per indirizzarlo sulla via giusta. In conclusione, come la maggior parte delle cose, le tesi sulla famiglia si dividono. Sta a noi decidere ciò che si pensa esser meglio.

Elenacap95

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 
Risposte:

Messaggioda giada » 4 nov 2011, 13:12

hai guadagnato 1 credito

giada

Site Admin
Site Admin
 

Messaggioda carlottab3 » 22 ott 2012, 20:24

La famiglia al giorno d'oggi è superficializzata e viene messa sempre in secondo piano. La figlia non è più il nostro locus amenus ma bensì un luogo dove vengono affrontati gravi litigi e spesso dove viene messo in discussione il nostro ruolo. La famiglia non è più tutto e non è più unita come un tempo ma in essa è presente distacco tra i membri; non è infatti un caso che le coppie divorziate sono in continuo aumento: i figli sono i primi che risentono dei divorzi e spesso vivono cercando di non commettere gli stessi errori dei propri parenti. Nelle famiglie giorno dopo giorno ci sono litigi su cose appunto superficiali e stupide, dove però andando avanti di anno in anno ogni membro perde la stima degli altri membri e quindi dopo molti anni ci si ritrova a cena insieme, ogni due mesi perché a nessuno importa di stare con i proprio genitori e fratelli o solo genitori, a non parlare di niente.
Bisogna cercare di migliorare questa situazione in quanto la famiglia è quella che c'è sempre e che ci sarà sempre, è quella che sta sempre dalla nostra parte e che non ci abbandonerà mai .

carlottab3

nuovo iscritto
nuovo iscritto
 

Messaggioda giada » 23 ott 2012, 7:05

hai guadagnato 1 credito

giada

Site Admin
Site Admin
 

Torna a Temi, analisi poesie, Appunti scuola

release check: 2020-06-25 12:37:10 - flow version _RPTC_G1.1