frasi greco nuova edizione pagina 177 esercizio n. 3 n. 19 n.20

Pagina 177 n. 3

1. Λογώ ηγεμονι εν παντι χρωμενος ουδεποτε αμαρτεσει.

non sbaglierai mai usando la ragione come guida in tutto

2. Μηδεποτε μεδεν αισχρον ποιησας ελπιζε λησειν: καν τους αλλους λαθης, αυτος γνωσει.

non sperare mai (letteralmente : che sfuggirai facendo qualcosa di vergognoso) di fare qualcosa di vergognoso passando inosservato;

anche se sfuggirai agli altri, lo saprai tu stesso

5. Υπερ των παιδων και της γυναικος πολλά πασχω και επαθον και πεισομαι.

per i figli e mia moglie subisco, subii e subirò molte prove

8. Αλλ'ò Ανδοκινδης λεξει δειδον ( ?? ) ειναι, ει ό μενμηνυτής τά εσχατα πεισεται.

οι δε μηνυθεντες των αυτων υμιν επιτιμιοι οντες μεθξουσι.

ma Andocide dirà...?, se il delatore subirà le pene più gravi; quelli che sono stati denunciati, essendo in possesso dei diritti civili, parteciperanno agli stessi diritti di voi...

Pag 177 esercizio 19

4) I Sami ritenevano che non fosse a loro via di salvezza, ma qualora i nemici avessero vinto, sarebbero stati distrutti.


7) Gli assassini saranno gettati giù dalla torre, mentre ai ladri saranno amputate ambedue le mani.


8) Platone insegnava che l'anima, essendo immortale e incorruttibile, giammai sarebbe stata distrutta o sarebbe caduta in rovina.
9) Gli ateniesi decretarono che Armodo e Aristogitone sarebbero stati ricordati come benefattori della città per sempre.


11) Non farò torto chiaramente a nessuno, poiché farò del bene alla maggior parte dei cittadini e degli altri uomini.

Pag 177 esercizio 20.

2) I Troiani speravano che si sarebbero liberati di Achille se si fossero immersi nelle acque dello Scamandro.
3) Come pensate che staranno coloro che sono rimasti in città se voi vi mostrerete adirati ugualmente con tutti quelli che godono della cittadinanza?
4) Faccio ritorno in patria da vecchio dopo un lungo viaggio per essere seppellito dai nostri parenti.
5) La nostra città giammai si libererà dalle sciagure e dai pericoli, qualora i cittadini non si astengano dall'ingiustizia e dai cattivi desideri.
6) Coloro che hanno evitato la peste ad Atene speravano che non sarebbero mai più stati uccisi da nessun'altra malattia.
7) Una cerva fuggiva dai cacciatori che la inseguivano e, giunta presso una grotta, nella quale c'era un leone dapprima era incerta, poiché spaventata dalla vista del leone, ma poi forzata dai dardi dei cacciatori, entrò dentro la grotta per nascondersi.
8) Gli ambasciatori dei romani chiedono perché i Galli avevano assediato la città di Chiusi, e il re dei Galli rispose: Gli abitanti di Chiusi ci offendono resistendoci, tuttavia se i romani lo ordinano la città verrà liberata dall'assedio.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 22:59:56 - flow version _RPTC_G1.1