Poros 1 pagina 176 numero 8

Επικαλωμεθα τους θεους και εν τοις θεοις ελπιζωμεν...

1. Invochiamo gli dei e negli dei confidiamo.


2. Chi non concorderebbe con le parole del saggio maestro? Tuttavia spesso gli allievi non gli danno ascolto.
3. Il coraggioso e abile stratega viene sconfitto; per questo allora non sarebbe degno di stima?
4. O se per la battaglia noi avessimo un condottiero coraggioso e che ci portasse alla vittoria!
5. Siamo allora vili ed inattivi? Oppure osiamo ed affrontiamo le minacce?


6. Oh se fossimo in concordia, o fratello, e rendereste sicura la casa.
7. Fate silenzio, allievi! Ascoltiamo (ἀκροάομαι) i discorsi del maestro.
8. Perdoniamo i nemici e dimostriamo che per gli uomini sia avversa la sorte, che porti un'indulgente pace e concordia.


9. O se i giudici non fossero ingannati (ἀπατάω) dai furfanti.
10. Non deridiamo l'uomo infelice: non è infatti una colpa la sfortuna.
11. Che cosa faccio? Non sono gradito a voi, amici, o ai cittadini?
12. La città si prepara alla battaglia ed è negli impegni: penseresti (ἡγέομαι) che essa sia una fabbrica di guerra.
(By Geppetto)

TESTO GRECO COMPLETO

Copyright © 2007-2021 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2021 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2021-11-06 00:39:39 - flow version _RPTC_G1.1