Sapheneia pagina 20 numero 3 - frasi greco tradotte

Frasi greco - traduzione
libro Sapheneia pagina 20 numero 3

1. εἰπόντος δὴ τοῦ Σωκράτους ταῦτα, ὑπολαβὼν ὁ Κέβης ἔφη· ὦ Σώκρατες, τὰ μὲν ἄλλα ἔμοιγε δοκεῖ καλῶς λέγεσθαι, τὰ δὲ περὶ τῆς ψυχῆς πολλὴν ἀπιστίαν παρέχει τοῖς ἀνθρώποις 2. Κύ ρος δέ συγκαλέσας τούς στρατηγούς καί λοχαγούς των Ελλήνων παρήνει (c'è il dittongo ei) θαρρύνων τοιάδε: " Ώ άνδρες Έλληνες, ουκ ανθρώπων βαρβάπων συμμάχους υμάς άγω, αλλά νομίζων αμείνονας καί κπείττους πολλών βαρβάπων υμάς είναι, διά τούτο προσέβαλον."

Ciro allora convocò gli strateghi e i locaghi greci, predispose insieme a loro il piano di battaglia e li esortò ad aver coraggio con queste parole: "O uomini Greci, vi conduco (mi sono messo alla vostra testa) non certo perché mi fanno difetto i soldati barbari, ma perché vi ritengo migliori e più valorosi di molti di loro. Ecco il motivo per cui vi ho uniti alla mia spedizione.

εἰπόντος δὴ τοῦ Σωκράτους ταῦτα, ὑπολαβὼν ὁ Κέβης ἔφη· ὦ Σώκρατες, τὰ μὲν ἄλλα ἔμοιγε δοκεῖ καλῶς λέγεσθαι, τὰ δὲ περὶ τῆς ψυχῆς πολλὴν ἀπιστίαν παρέχει τοῖς ἀνθρώποις

Avendo detto Socrate queste cose, rispondendo Cebete disse "O socrate mi sembra che tu abbia detto giusto ma per quanto riguarda l'anima agli uomini appare molto incredibile

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-15 23:02:14 - flow version _RPTC_G1.1