Beati pauperes spiritu, quoniam ipsorum est regnum caelorum. Vos me ...

1. Beati i poveri di spirito, poiché di quelli è il regno dei cieli.


2. Voi mi avete scacciato da casa mia.
3. Cesare ingaggiò la battaglia dal fianco destro.
4. Le stelle sono nascoste dall'arrivo del sole.
5. Avevo sempre difeso la decisione del senato e le leggi.
6. I Troiani levano le insegne contro le torri e le sommità delle case.
7. Non gli eserciti e nemmeno i tesori sono le difese di un regno, bensì gli amici.
8. Il sorgere e il tramonto degli astri rispettano un ordine preciso.


9. Dal fianco sinistrosi scorgeva tutta la cavalleria.
10. Giove, con un proprio cenno e con la propria volontà, governa il cielo, la terra e i mari.
11. I marinai tremano con tutte le membra, emettono lamenti e presagiscono la morte che si avvicina.


12. Lo Spartano Febida, dopo che aveva condotto l'esercito a Olinto, e che aveva marciato attraverso Tebe, occupò la rocca della città su incitazione di pochi Tebani.
13. In Gallia c'erano fazioni non soltanto in tutte le comunità e in tutti i villaggi, ma quasi anche nelle singole case.
14. Gli uomini sono felici non grazie al divertimento, né alla dissolutezza, né al riso, ma grazie alla fermezza morale e alla coerenza.

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-05-24 00:22:20 - flow version _RPTC_G1.1