Lectio Levis pagina 178 numero 28

1. Mea rura securus peragrabam, cum subito fulgore pinus icitur.
RURA - Io visitavo tranquillo le mie campagne quando all'improvviso un pino veniva (lett. presente) colpito da un fulmine.

2. Antiquis temporibus tellus sine ullo labore multa praebebat.
TEMPORIBUS - Nei tempi antichi il mondo senza nessuna fatica offriva molte cose.

3. Hieme per caelum nocturnum multa clara sidera cernuntur.
SIDERA – D'inverno attraverso il cielo notturno si distinguono molte famose stelle.

4. In epistulis ad amicum Lucilium saepe Seneca philosophus gladiatorum certamina vituperat.
CERTAMINA - Nelle lettere all'amico Lucilio, spesso il filosofo Seneca critica le lotte dei gladiatori.

5. Varro docte in libris suis de origine et declinatione nominum disserit.
NOMINUM - Varrone abilmente nei suoi libri disserta sull'origine e sulla declinazione dei vocaboli.

6. Ciceroni multa volumina vel Graecorum philosophorum vel tragicorum poetarum erant.
VOLUMINA - Cicerone aveva molte opere (dativo di possesso  "a cicerone erano molti volumi) sia dei filosofi greci sia dei poeti tragici.

TESTO LATINO COMPLETO

Copyright © 2007-2022 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and original software by Jan Janikowski 2010-2022 ©.
All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2022-01-16 00:29:32 - flow version _RPTC_G1.1