Ulisse si finge pazzo per non partire per Troia - Ad limina versione latino

Ulisse si finge pazzo per non partire per Troia
versione latino traduzione libro ad limina
Apud veteres scriptores legimus Ulixem Aulidem, quo omnes Graeciae Fine: aratrum deflexit.

Hac re omnes intellexerunt eum esse compotem sui. ...

presso gli antichi scrittori leggiamo che ulisse non si presentò ad aulide.

dove tutti i principi greci si radunavano per muovere guerra contro troia. Infatti aveva deciso di non partecipare alla guerra, poiché aveva appreso dall'oracolo che non sarebbe tornato a casa prima di vent'anni, se fosse andato in asia. Ma avendo appreso che Agamennone aveva mandato degli ambasciatori ad Itaca per convocarlo alla guerra, finse di essere demente.

Infatti narrano che gli ambasciatori di Agamennone lo trovarono mantre arava i campi spargendo sale dietro di se'. Avendolo interrogato, rispose con parole vane. Infatti sperava in tal modo di poter ingannare gli ambasciatori e di sfuggire all'infausto oracolo.

A niente gli giovò l'astuzia, poiché Palamede scoprì subito la sua simulazione. Infatti mise davanti all'aratro Telemaco, il figlioletto di Ulisse, e subito Ulisse, per non ucciderlo con la lama deviò l'aratro. Per questa ragione tutti compresero che egli era padrone di sè.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:16:04