Discorso di Claudio- Versione di latino di Tacito dal libro In pratica e teoria

Discorso di Claudio
Versione di latino di Tacito
LIBRO In pratica e teoria
Testo latino
Inizio: Maiores mei, quorum antiquissimus clausus...
Traduzione

I miei antenati, tra i quali il piu importante Claudio, di origine sabina, nello stesso tempo accolto nella città di Roma e nelle famiglie dei patrizi, mi esortano ad adottare uguali decisioni nello stato, trasferendo qui ciò che di straordinario ci sia sato in qualche luogo.

Infatti non ignoro che i Giulii sono stati chiamati in senato da Alba, i Cornucani da Carmerio, i Porcii da Tusculo, e per trascurare gli esempi antichi, dall Etruria, dalla Lucania e da tutta l Italia, e che infine la stessa si ampliò fino alle Alpi.

Allora abbiamo goduto di una solida pace in case e contro gli stranieri, quando venimmo accolti nella città dei transpadari, essendo stremato l impero venne risollevato, aggiungendo le piu valide province.

Cos altro fu di rovina per Spartani e Ateniesi, sebbene fossero forti nelle armi, se non che respingevano i vinti cone stranieri ? O senatori, tutte le cose che ora crediamo vecchissime furono nuove : le magistrature plebee dopo quelle patrizie, quelle latine dopo quelle plebee, quelle degli altri popoli dell italia dopo quelle latine.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:06:19