Le regole dell'amicizia - Cicerone versione latino in pratica e in teoria

Le regole dell'amicizia Versione di latino di Cicerone
LIBRO IN PRATICA E IN TEORIA

Sia sancita dunque questa come prima legge dell'amicizia, che agli amici chiediamo cose oneste, che facciamo per gli amici cose oneste, senza che ci aspettiamo qualcosa, senza che ci venga richiesto (qualcosa); ci sia sempre sollecitudine, non vi sia mai esitazione; anzi osiamo dare consigli liberamente.

Moltissimo valga in amicizia l'autorità degli amici che persuadono al bene, e la si usi per ammonire non solo apertamente ma anche severamente, se la situazione lo richiederà, e a tale autorità si obbedisca.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:06:27