Un duello sorprendente - Livio versione latino in pratica e in teoria

Un duello sorprendente
Versione di latino di Tito Livio
LIBRO In pratica e in teoria n. 135 pagina 177.
Testo latino

Gallus processit magnitudine atque armis insignis; quatiensque scutum hasta cum silentium fecisset, provocat per interpretem unum ex Romanis qui secum ferro decernat.

M. erat Valerius tribunus militum adulescens, qui haud indigniorem eo decore se quam T. Manlium ratus, prius sciscitatus consulis voluntatem, in medium armatus processit. Minus insigne certamen humanum numine interposito deorum factum; namque conserenti iam manum Romano corvus repente in galea consedit, in hostem versus.

Quod primo ut augurium caelo missum laetus accepit tribunus, precatus deinde, si divus, si diva esset qui sibi praepetem misisset, volens propitius adesset.

Dictu mirabile, tenuit non solum ales captam semel sedem sed, quotienscumque certamen initum est, levans se alis os oculosque hostis rostro et unguibus appetit, donec territum prodigii talis visu oculisque simul ac mente turbatum Valerius obtruncat; corvus ex conspectu elatus orientem petit.

Traduzione

Un Gallo si fece avanti con notevole prestanza fisica ed armamento (ornamento bellico); sfidò attraverso un messaggero (per interprete) uno tra i Romani che combattesse con la propria spada, dopo aver ottenuto il silenzio con un colpo di asta sullo scudo.

Era il giovane Valeri, che, saputa prima la volontà del console, avanzò nel mezzo armato. Venuto già alle mani il romano, improvvisamente un corvo si posò sull'elmo nel verso nemico.

Subito il tribuno accolse con gioia l'evento come un messaggio augurale del cielo, poi pregando, sia un dio che una dea, chi gli avesse mandato il buon auspicio, per mostrare il favorevole propizio. Incredibile a dirsi, il volatile non solo mantenne la posizione occupata inizialmente, ma ogni qualvolta c'era il congiungimento (la ripresa) di battaglia si leva in volo andando a colpire con il becco e gli artigli la bocca e gli occhi dell'avversario, terrorizzato alla vista di un simile prodigio che gli offuscava insieme la mente e gli occhi, venne il nemico colpito a morte da Valerio, e il corvo volò verso oriente, scomparendo alla vista.

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:06:19