Alessandro si reca al tempio di Ammone - Versione Latino a colori

Alessandro si reca al tempio di Ammone
versione latino traduzione libro LATINO A COLORI

Alexander, postquam a Gaza copias moverat, in regionem Aegypti, quam nunc Castra Alexandri vocant, pervenit.

Deinde cum expedita delectorum manu Nilo amne vectus est. Nec sustinuerunt Alexandri adventum Perase, defectione quoque perterriti. Iamque haud procul Memphi erat; in urbis praesidio Mazaces, praetor Darei, relictus, aurum omne Alexandro omnemque regiam supellectilem tradidit.

A Memphi Nilo flumine vectus, Alexander ad ultimas terras Aegypti penetrat et adire Iovis Hammonis oraculum statuit.

Iter vix tolerabile erat: terra caeloque aquarum penuria est, steriles harenae iacent et intolerabilis aestus existit. Secundo amne Alexander descendit ad Mareotin paludem. Nulla arbor, nullum culti soli occurrebat vestigium.

Questa versione è stata tradotta QUI (nel nostro forum)

Alessandro. dopo che aveva mosso le sue milizie giunse nella regione dell'Egitto che ora chiamano "campo di Alessandro"poi con uno scelto manipolo di armati alla leggera navigò sul fiume Nilo.

I persiani non sostennero l'arrivo di Alessandro atteriti anche dalle defezione. (Alessandro) era ormai non lontano da menfi nella città (era) a presidio Mazace, pretore di Dario rimasto, consegnò ad Alessandro tutto l'oro e tutto l'arredamento regio.

Dopo aver navigato (participio perf. pass. ) da Menfi sul fiume Nilo, Alessandro penetra nelle ultime terre dell'Egitto e ordinò di visitare l'oracolo di Ammone.

Il cammino era appena tollerabile in terra e in cielo vi era mancanza d'acqua languivano gli sterili deserti e c'era un calore intollerabile. Alessandro discese dal secondo fiume verso la palude mareotina Non appariva nessun albero nessuna traccia di suolo coltivato

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:08:06