Filippo mette fine alla libertà delle città greche (Versione da latino a colori)

Philippus macedonum rex, a quo iam multae graecae civitates devictae sunt, processit totam graeciam occupaturus et in beotia, apud chaeroneam, milites instruxit: ibi proelium cum atheniensibus et thebanis comminsit.

graecorum milites multi erant, sed macedonum virtute et philippi peritia vincuntur. sic universae graeciae vetusta libertas a macedonum duce finita est. Philippus vero victoriae laetitiam calliditate dissimulavit et graecis coptivos remisit corporaque bello consumptorum matribus reddidit.

at statim corinthum legatos totius graeciae rex vocavit et ab iis dux graecorum appellatus est (nam macedones milites cum gladiis hastique circum philippum foedi stabant).

graeciis civitatibus multa bella ob libertam gesta sunt sed macedonibus uni domino parere coactae sunt. nec philippus tantum graeciae rex fuit; postea graeci a romanis domiti sunt, sed, ut horatius poeta dixit, graecia victa ferum victorem vicit: nam carmina philosophosque mirae sapentiae romanus populus athenis invenit et novos mores didicit

traduzione dal libro LATINO A COLORI

Filippo re di Macedonia, dal quale erano state vinte molte città greche, avanzò negli anni con l'intezione di occupare tutta la grecia e allestì la schiera in beozia, presso cheronea: qui iniziò il combattimento con gli ateniesi e i tebani.

I soldati dei greci erano molti ma vengono facilmente vinti dalla virtù dei macedoni e dalla perizia di Filippo. Così l'antica libertà di tutta la Grecia fu conclusa dal comanante dei macedoni. Filippo in vero finse furbescamente la gioia della vittoria e rimandò indietro i prigionieri ai greci e riestituì i corpi degli uccisi nella guerra alle madri.

ma subito il re chiamò A Corinto gli ambasciatori di tutta la grecia e da quelli fu chiamato capo dei greci (Infatti I soldati macedoni avversi con le spade e con le aste stavano intorno a Filippo) Molte guerra furono intraprese dai cittadini greci per la libertà ma foruno costrette dai macedoni ad obbedire ad un unico dominio.

Filippo non fu solo re della Grecia; Dopo i greci furono sottomessi dai romani, ma come disse il poeta Orazio, la grecia vinta vinse il vincitore infatti il popolo romano conobbe lpoesie e filosofi di straordinaria sapienza e apprese nuovi costumi

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:07:58