I Romani sconfiggono gli Ausoni

Insequens annus Ausonum magis novo quam magno bello fuit insignis. Ausones Cales urbem incolebant; ... Et milites quidem scalis succedere ad muros cupiebant et eos ascendere; Corvus, quia id arduum erat, labore militum potius.

L'anno seguente fu famoso per una guerra degli Ausoni piuttosto nuova/singolare che ragguardevoleGli Ausoni abitavano la città di Cales e avevano unito le armi con i confinanti Sidicini; l'esercito dei due popoli, sbaragliato in una sola battaglia per la vicinanza delle città fu più favorevole alla fuga e più sicuro durante la fuga.

Peròi senatori non smisero di aver cura di quella guerra, dato che tante volte già i Sidicini avevano intrapreso la guerra o avevano portato soccorso a coloro che l'avevano intrapresa oppure erano stati causa delle armi.

Dunquei senatori si adoperarono con ogni mezzo, soprattutto in quei frangenti, affinché facessero comandante supremo per la quarta volta M. Valerio Corvo; come compagno a Corvo fu affiancato M. Attlilio Regolo; E affinché la sorte non sbagliasse si domandò ai consoli che quella provincia appartenesse a Corvo fuor dalla sorte.

Egli stesso prese dai consoli precedenti l'esercito vincitore e alla città di Cale, dove la guerra era nata, era sorta la guerra, avendo sconfitti al primo impeto i nemici già pavidi per la memoria della rotta precedente, si diede a battere le stesse mura. E tale era l'ardore dei soldati che già volevano mettere le scale muri e superarle. Corvo poiché ciò era difficile volle eseguirlo piuttosto con fatica dei soldati.

TESTO LATINO COMPLETO

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:08:06