l'astuto tatticismo di sabino - versione latino a colori

L'astuto tatticismo di Sabino
Versione di latino di N.

P.
LIBRO LATINO A COLORI VOL 1 numero 22 pagina381
Testo latino
Inizio Q.

Titurius Sabinus cum copiis quas a Caesare acceperat, in fines...
Fine Pugnarum exercitatione Romani milites magnum numerum eorum occiderunt
Traduzione

Q. Tito Sabino con le truppe che aveva avuto da cesare, giunse nei territori degli Unelli.

IL loro re era Viridovice: costui deteneva il sommo comando di tutte quelle popolazioni dalle quali aveva radunato un esercito e molte truppe; e presso di lui si era radunata una grandemoltitudine, da ogni partedella Gallia, di disperati e avventurieri, che la speranza (del bottino e il desiderio di guerra) distoglieva dal campo e dal pesantissimo lavoro quotidiano. Sabino se ne stava in un luogo adatto all'accampamento per tutte le evenienze poiché Viridovice si era insediato dinnanzi a lui e lo provocava (infatti inemici ritenevano che, i soldati romani, per paura, non uscissero dall'accampamento).

Sabino, poiché voleva confermare quest'idea, scelse l'uomo più astuto tra i Galli (che lo aveva in aiuto) e lo inviò dai nemici.

Costui quando andò da loro come fosse un disertore, propose il timore dei Romani con un inganno e Viridovice ordinò che i soldati si scagliassero contro l'accampamento romano con più ferocia di prima. Quando vide i nemici, Sabino diede un segnale di attacco all'esercito romano perciò i soldati romani uccisero un gran numero di soldati nemici per l'inesperienza del valore e superiore esercitazione della battaglia

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:07:58