Una madre snaturata I - LATINO A COLORI versione latino Cicerone (paradigmi)

Una madre snaturata I
versione latino da Cicerone traduzione letterale
libro Latino a colori con paradigmi dei verbi ( in giallo)

A. Cluentius Habitus habebatur non solum in municipio Larino, ex quo ["dal quale" abl.

m. sg. ] fuerat, sed etiam in tota regione et vicinitate homo magnae virtutis, existimationis, nobilitatis. Post mortem reliquit puerum et filiam, Cluentiam, quae ["la quale" nom. f. sg] post patris mortem coniunx fuit A. Aurii Melini, adulescentis et honesti et patricii. Quod nuptiae plenae dignitatis, planae concordiae fuerant, invidia libidoque nefaria exorta est ["nacque"] non solum dedecore sed etiam scelere coniuncta.

Nam Sassia, mater Cluentiae - mater enim appellabitur, neque Sassia propter immanitatem sui sceleris naturae nomen admittet - Melinum adulescentem, generum suum, amavit. Primum ["dapprima" avv. ] infamiae timore continebatur, deinde amentia ac libidine flagravit et non pudor, non pietas, non macula familiae, non hominum fama, non fili dolor, non filiae maeror a cupiditate matrem revocaverunt.

Animum adulescentis nondum consilio ac rationae firmatum pellexit (verbo Pellicio) Sassia sua vitate, astutia doloque. Cluentia autem dolore vexata ceteros sui tanti mali ignaros putaverat (vel sic speraverat) et in amatisui fratris gremio maerorem et lacrimas fundebat.

A. Cluenzio aveva non solo nel municipio di Larino, del quale (lett.

era stato) proveniva, ma anche in tutta la regione e nel territorio circostante (la fama di) uomo di grande virtù per reputazione e per nascita. Dopo la morte lasciò un figlio ed una figlia, Cluenzia, la quale dopo la morte del padre fu la moglie di A. Aurio Melino, giovane onesto e patrizio. Poiché le nozze erano state piene di dignità, piene di concordia, nacque una invidia e una libidine nefanda unita non solo alla vergogna, ma anche all'empietà.

Infatti Sassia, madre di Cluenzia - non sarà infatti chiamata madre e Sassia non perderà il nome annesso - per l'enormità della sua scelleratezza - (costei) amò il giovane Melino, suo genero. Dapprima si conteneva /veniva contenuta dalla paura dell'infamia, poi arse per l'infatuazione e il desiderio ed il pudore, la pietà, il disonore della famiglia, l'opinione degli uomini, il dolore del figlio, la tristezza della figlia non distolsero la madre dalla passione amorosa (cupititade).

Sassia sedusse con la dolcezza, l'astuzia e l'inganno l'animo del giovane non ancora plasmato dall'esperienza e dal discernimento. Cluenzia, sopraffatta dal dolore, aveva pensato (o così aveva sperato) gli altri ignari dei suoi tanti mali e versava le lacrime e il dolore sul petto del suo amato fratello.

Paradigmi
hăbĕo (hăbĕo, hăbes, habui, habitum, hăbēre) verbo transitivo
II coniugazione
sum (sum, es, fui, esse) verbo intransitivo anomalo
ĕlinquo (rĕlinquo, rĕlinquis, reliqui, relictum, rĕlinquĕre) verbo transitivo
III coniugazione
exŏrĭor (exŏrĭor, exŏrīris, exortus sum, exŏrīri) verbo intransitivo deponente
IV coniugazione
appello (appello, appellas, appellavi, appellatum, appellāre) verbo transitivo
I Coniugazione
admitto (admitto, admittis, admisi, admissum, admittĕre) verbo transitivo
III coniugazione
ămo (ămo, ămas, amavi, amatum, ămāre) verbo transitivo
I coniugazione
contĭnĕo (contĭnĕo, contĭnes, continui, contentum, contĭnēre) verbo transitivo
II coniugazione
flăgro (flăgro, flăgras, flagravi, flagratum, flăgrāre) verbo transitivo e intransitivo
I coniugazione
ĕvŏco (rĕvŏco, rĕvŏcas, revocavi, revocatum, revocare) verbo transitivo
I coniugazione
pellĭcĭo (pellĭcĭo, pellĭcis, pellexi, pellectum, pellĭcĕre) verbo transitivo
III coniugazione in -io
pŭto (pŭto, pŭtas, putavi, putatum, pŭtāre) verbo transitivo
I coniugazione
spēro (spēro, spēras, speravi, speratum, spērāre) verbo transitivo e intransitivo
I coniugazione
fundo (fundo, fundas, fundavi, fundatum, fundāre) verbo transitivo
I coniugazione

Copyright © 2007-2019 SkuolaSprint.it di Anna Maria Di Leo P.I.11973461004 | Tutti i diritti riservati - Vietata ogni riproduzione, anche parziale
web-site powered by many open source software and Jan Janikowski 2010-2019 ©. All trademarks, components, sourcecode and copyrights are owned by their respective owners.

release check: 2019-11-12 14:08:06